Studio

Vuoi imparare a scrivere progetti europei di successo?

Redazione

Scopri il mondo dell’europrogettazione con la Camera di Commercio Belgo-Italiana.

 

 

L’europrogettista è riconosciuto come una delle nuove professioni fortemente in crescita: infatti sono sempre più numerose le aziende, ma anche le pubbliche amministrazioni, che decidono di affidarsi a questo tipo di esperto per partecipare ai numerosi bandi pubblicati dalle Istituzioni europee.

 

Con il termine Europrogettazione si vogliono indicare tutte le attività necessarie e strumentali alla stesura e alla gestione di idee progettuali per l’accesso ai finanziamenti messi a disposizione dell’Unione europea.

 

La Camera di Commercio Belgo-Italiana  scrive e gestisce progetti europei finanziati dalla Commissione, principalmente nei settori dell’imprenditorialità, della cooperazione, della formazione e del turismo.

 

Dato che per poter accedere ai finanziamenti si devono presentare dei progetti che tengano conto degli obiettivi generali dell’Europa e che rispondano agli alti standard qualitativi richiesti dalla Commissione, da alcuni anni CCBI ha deciso di condividere con imprese, associazioni, enti locali, consulenti e giovani neolaureati, la propria esperienza diretta di europrogettazione attraverso corsi di formazione tematici e fortemente orientati ad un approccio pratico.

 

Lo scenario con più prospettive occupazionali nell’ambito dell’Europrogettazione non può che essere Bruxelles: capitale d’Europa.

 

Le principali Istituzioni dell’Unione Europea hanno la loro sede qui, come pure migliaia di uffici di rappresentanza di enti privati e pubblici, provenienti dall’Ue e da Paesi terzi, con l’obiettivo di lavorare con le Istituzioni Ue per sviluppare nuove politiche e gestire i numerosi fondi europei.

 

L’Unione europea è infatti attiva su diversi settori: agricoltura, ambiente, sviluppo sostenibile, energia, cultura, formazione  e istruzione, gioventù, sport, imprenditoria e PMI, occupazione e diritti sociali, protezione dei consumatori e sanità, cooperazione allo sviluppo, sicurezza e giustizia, sviluppo locale e regionale, scienza e tecnologia, trasporti, turismo.

 

Per molte di queste politiche la Commissione europea gestisce un portfolio di fondi utilizzati per implementare azioni che sono in linea con gli obiettivi dell’Unione europea e sono gestiti dalle rappresentanze della società civile.

 

Il gap tra un professionista preparato e un profilo inadatto a gestire un progetto europeo può essere colmato grazie a specifici corsi di formazione e Master che la Camera organizza annualmente.

 

In particolare, la programmazione per la prossima stagione autunnale, prevede:

 

  • Dal 14 settembre al 10 dicembre si terrà la trentaduesima edizione dell’IMES – International Master in European Studies. Il programma, organizzato con il supporto dell’Istituto di Studi Europei dell’Università Cattolica di Lovanio, è pensato per chi desidera acquisire competenze di esperto in progetti e consulente europeo, sempre più richieste nel mercato internazionale del lavoro. Strutturato in tre moduli accademici, interamente in lingua inglese, è aperto ad un massimo di trenta partecipanti provenienti da tutta Europa.

 

 

  • Dal 9 all’11 settembre si terrà il Webinar Europrogettazione Base, corso online che permetterà di avvicinarsi al mondo dell’europrogettazione grazie al confronti con esperti del settore ed esempi pratici. Il webinar analizzerà la struttura dei finanziamenti messi a disposizione dell’Unione europea e fornirà gli strumenti per elaborare idee progettuali vincenti.

 

 

  • Il 16 e 17 settembre è in programma il webinar Europrogettazione Avanzato (è possibile iscriversi a entrambi i webinar usufruendo di una tariffa agevolata). Dopo aver illustrato ai partecipanti i fattori che influiscono maggiormente sulla buona riuscita di un progetto europeo, i docenti si soffermeranno sugli aspetti chiave delle fasi d’implementazione e gestione del progetto.

 

 

  • Dal 12 al 16 ottobre si svolgerà il corso di Introduzione all’Europrogettazione, con l’obiettivo di introdurre alla progettazione europea tramite lezioni frontali con esperti ed esercitazioni pratiche su bandi aperti. I partecipanti, tramite simulazioni ed esercizi di gruppo, acquisiranno gli strumenti tecnici per la realizzazione di idee progettuali in linea con i programmi europei e le esigenze dell’azienda o dell’ente locale.

 

 

  • In seguito, dal 19 al 21 novembre è in programma il corso in Rendicontazione e gestione dei progetti europei, riservato a professionisti che possiedono già una conoscenza degli elementi  base dell’europrogettazione e che intendono specializzarsi.  Nelle 20 ore di formazione, verranno affrontate le tematiche riguardanti la fase di implementazione di un progetto europeo e le criticità che possono verificarsi in relazione a aspetti come gestione del partenariato, contabilità e rendicontazione. Anche in questo caso, la metodologia didattica è di tipo interattivo, con l’alternanza di lezioni frontali ad attività pratiche e simulazioni.

 

 

  • Dal 23 al 26 novembre si terrà il corso di Europrogettazione 2.0 – Agente di progetto. Questa formazione vuole illustrare le caratteristiche e le modalità di lavoro di un agente di progetto, una figura professionale emergente che affianca l’europrogettista nella ricerca di finanziamenti, nella creazione del partenariato e nella preparazione delle proposte progettuali.

 

 

Per saperne di più: https://masterdesk.eu/

 

  • 
  •