Magazine

Quante lingue ci sono nel mondo? Dati e statistiche alla mano

quante lingue esistono
Redazione



Attualmente nel mondo si parlano 7.151 lingue censite.

Questo numero è in costante mutamento, perché ogni giorno impariamo di più sulle lingue del mondo.

E oltre a ciò, le lingue stesse sono in continuo mutamento.

Tuttavia ci troviamo in un periodo delicato: circa il 40% delle lingue è ora in pericolo, spesso con meno di 1.000 parlanti rimasti.

Nel frattempo, appena 23 lingue rappresentano più della metà della popolazione mondiale.

Quante lingue ci sono nel mondo america

Quali sono le lingue più parlate nel mondo?

L’inglese è la lingua più parlata del mondo, se si contano sia i madrelingua che i non madrelingua.

Ma se si contano solo i madrelingua, il cinese mandarino è la lingua più parlata nel mondo.

Il mandarino fa parte della macrolingua cinese, un raggruppamento di tredici lingue tutte considerate “cinesi” a causa di un sistema di scrittura e letteratura condivisi.

Altri esempi ben noti includono il Wu e il cantonese.

Il mandarino è concentrato, mentre l’inglese è diffuso. L’inglese è parlato in 146 paesi, una netta differenza rispetto ai 38 del mandarino.

Poiché le dimensioni del mandarino sono dovute principalmente ai madrelingua, non sorprende vederlo concentrato in un minor numero di paesi in Asia.

L’inglese madrelingua per via del passato coloniale britannico e poi dell’influenza degli Stati Uniti può essere trovato in molti più paesi, in particolare in Africa.

Quante lingue ci sono nel mondo africa

Quali continenti hanno più lingue autoctone?

L’Asia ha il più ampio numero di lingue autoctone, seguita da vicino dall’Africa.

Insieme, rappresentano quasi i 2/3 delle lingue del mondo.

Una miriade di fattori – il territorio, la storia culturale, la diffusione delle antiche civiltà – giocano sul numero di lingue che si sono originate all’interno di una determinata area.

L’84% delle persone nel mondo usa lingue asiatiche o europee, il che potrebbe non sorprendere data la densità della popolazione di alcune aree asiatiche e l’espansione coloniale negli ultimi secoli.

Al contrario, le lingue del Pacifico – che rappresentano il 18,5% delle lingue del mondo – sono parlate da così poche persone da non essere neanche paragonabili a quelle delle altre regioni.

Le lingue del Pacifico, insieme a quelle nordamericane e sudamericane, hanno in media solo 1.000 parlanti ciascuna.

Tuttavia insieme rappresentano più di un terzo delle lingue del mondo.

Queste minuscole comunità potrebbero non avere voce in capitolo sulla scena globale, ma detengono una grande parte della nostra eredità linguistica condivisa.

ragazzi europei bevono tè

Quali paesi hanno più lingue nel mondo?

La Papua Nuova Guinea ha il maggior numero di lingue al mondo: oltre 800.

L’Indonesia non è da meno con oltre 700.

Le lingue sono diffuse in modo diseguale in tutto il mondo. Questa tendenza è chiara sia che si tratti di intere regioni o di singoli paesi.

Solo in Papua Nuova Guinea si trova più del doppio del numero di lingue parlate in tutta Europa.

Quali sono le famiglie linguistiche più diffuse nel mondo?

Le sei famiglie linguistiche più grandi per diffusione sono le lingue Niger-kordofaniane, Austronesiane, Trans-Nuova Guinea, Sinotibetane, Indoeuropee e Afroasiatiche.

Delle 142 diverse famiglie linguistiche, queste sei si distinguono come le principali famiglie linguistiche del mondo.

Ognuna di queste famiglie possiede almeno il 5% delle lingue del mondo e insieme rappresentano i due terzi di tutte le lingue.

Le famiglie Niger-kordofaniana e le Austronesiana sono le due più grandi da questo punto di vista, ciascuna con oltre 1.000 lingue, per via dell’incredibile diversità linguistica rispettivamente nell’Africa subsahariana e nel sud-est asiatico.

Queste sei famiglie costituiscono anche i cinque sesti della popolazione mondiale.

In base al numero di parlanti, le famiglie indoeuropea e sinotibetana sono le due più grandi, con oltre 4,6 miliardi di parlanti in totale.

Le due lingue più parlate appartengono a queste famiglie: l’inglese è classificato come indoeuropeo e il cinese mandarino è classificato come sino-tibetano.

ragazza asiatica cesto

Quante lingue sono in pericolo?

Secondo le stime, 3.045 lingue sono oggi in pericolo.

Come per il numero totale di lingue, questo conteggio cambia costantemente.

Una lingua diventa in pericolo quando i suoi utenti iniziano a insegnare e a parlare una lingua più dominante ai propri figli.

A causa della loro natura, le lingue in via di estinzione spesso hanno pochi parlanti rimasti e spesso è difficile ottenere informazioni su di esse.

Mentre circa il 42% delle lingue è in pericolo, molte altre sono considerate stabili.

Le lingue sono stabili quando tutti i bambini della comunità stanno ancora imparando e usando la lingua.

È meno probabile che i linguaggi istituzionali vengano messi in pericolo essendo usati da governi, scuole, mass media e altro ancora.

Molti vengono inoltre usati come seconde lingue in altri paesi.


Potrebbe interessarti anche:

Lingue più difficili del mondo: quali sono e le loro caratteristiche

Lingue Africane: le più diffuse e parlate, autoctone e coloniali

Lingue Antiche: 10 lingue che hanno resistito ai millenni

Lingue neolatine: le radici delle nostre lingue