Magazine

5 Paesi europei riapriranno i confini per riunire le coppie separate dal covid-19

coppie a distanza
Redazione

Le coppie a distanza tra cittadini UE e non-UE potranno finalmente riabbracciarsi in Olanda, Norvegia, Danimarca, Austria e Repubblica Ceca

 

Le relazioni a distanza sono già difficili di per sé; figuriamoci quando i viaggi internazionali vengono sospesi a causa di una pandemia come quella del covid-19. Per manifestare il proprio disagio, le coppie a distanza hanno diffuso sui social gli hashtag #loveisnottourism e #loveisessential. Alcuni paesi EU hanno deciso di rispondere alla chiamata dei loro cittadini e venire in contro alle loro esigenze.

 

 

 

Le coppie a distanza potranno finalmente riunirsi in Olanda, Danimarca, Norvegia, Repubblica Ceca e Austria, nonostante la tendenza generale in Europa sia quella di impedire l’accesso a cittadini non-UE per contenere la diffusione del virus. I cittadini non EU in una relazione stabile con un cittadino residente nei paesi menzionati potranno ottenere un visto per ricongiungersi ai loro cari.

 

I Paesi che aprono i confini per le coppie a distanza:

1) Olanda

olanda coppie a distanza

 

A partire dal 27 luglio sarà possibile fare richiesta per entrare in Olanda anche per cittadini non-UE che desiderano rivedere il proprio partner. Per ottenere il visto, sarà necessario dimostrare di essere in una relazione stabile con un cittadino residente in Olanda da almeno tre mesi prima dell’entrata in vigore delle restrizioni sui viaggi internazionali.

 

Il cittadino non-UE interessato a entrare in Olanda in questo periodo dovrà anche dimostrare di essere in possesso di un biglietto di ritorno prima di arrivare nel Paese.

 

 

2) Norvegia

bandiera norvegese

 

Anche in Norvegia sarà possibile entrare nel paese per ricongiungersi con i propri partner o familiari residenti nel Paese. Sarà comunque necessario fare richiesta per un visto e verranno accettate solo le richieste di coppie a distanza che abbiano una relazione di almeno nove mesi alle spalle.

 

Chi entrerà nel paese dovrà trascorrere un periodo di 10 giorni in autoisolamento, comunicando alle autorità l’indirizzo in cui risiederà per l’intera durata della quarantena.

 

 

3) Danimarca: non solo coppie a distanza

copenaghen

 

La Danimarca ha deciso di permettere a cittadini non UE di entrare nel Paese per rivedere i propri partner o familiari (nonni e  nipoti). Per farlo, però, è richiesto un tampone negativo, non più vecchio di 72 ore, che attesti che il viaggiatore non è malato di coronavirus (covid-19).

 

 

LEGGI ANCHE: Viaggiare in coppia: 13 motivi per cui fa bene alle relazioni

 

 

4) Austria

 

Il governo austriaco non ha dichiarato alcuna esenzione, per le coppie stabili, dal divieto di ingresso in Austria dei cittadini extra-UE.  Ciononostante, da quanto riportato sul sito del ministero per gli affari sociali austriaco, risulta che la visita ai propri compagni venga considerata tra i motivi validi per fare richiesta di ingresso nel paese.

 

 

5) Repubblica Ceca

coppie a distanza repubblica ceca

 

Seguendo il modello di Austria e Danimarca, anche il governo della Repubblica Ceca ha deciso di permettere alle coppie a distanza non sposate di riunirsi. Per ottenere il permesso per entrare nel Paese, la coppia deve dimostrare di essere in una relazione stabile. Documenti ufficiali come conti bancari condivisi e certificati di nascita di figli nati dalla relazione possono essere di grande aiuto per ottenere l’autoizzazione ufficiale del ministero degli affari esteri.

 

 

LEGGI ANCHE: Viaggiare in coppia: 13 motivi per cui fa bene alle relazioni

 

 

Fonte: Shengenvisainfo

 

 

  • 
  •