Magazine

Le 9 foreste più terrificanti del mondo

Redazione

Matador Network ha selezionato le 9 foreste più spaventose al mondo! Scopri quali terrificanti leggende si nascondono in questi boschi!

 

 

Ci sono foreste che passata l’ora del tramonto diventano luoghi in grado di dare i brividi.

 

Sono moltissimi gli elementi che possono creare un’atmosfera spaventosa: il cigolio dei rami quando si alza il vento, il rumore degli animali che si muovono nel sottobosco oppure le radici attorcigliate che al buio assumono contorni strani.

 

Per i più coraggiosi, ecco una lista di nove inquietanti foreste che sono diventate famose grazie a leggende e tradizioni dell’orrore:

 

 

1. La Foresta Nera, Germania

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Hiking • Outdoors • Adventure (@hikingtheglobe) in data:

 

Lo stesso nome della foresta, attribuitole dai Romani, deriva dalla sua inquietante caratteristica di avere rami talmente fitti da non far passare la luce del sole.

 

Per molti, la prima cosa che viene in mente pensando alla Foresta Nera è la favola di Hansel e Gretel dei fratelli Grimm.

 

 

La Foresta Nera, secondo la leggenda, è abitata da numerose creature leggendarie come lupi mannari, streghe e ninfe; tutti questi personaggi sono commemorati nel carnevale locale dove gli abitanti del posto si travestono da demoni.

 

 

 

2. Isla de las Munecas, Messico

 

 

View this post on Instagram

 

A post shared by Omar_rc / México / Photo (@omar_r.c) on

 

Il nome di questa foresta, situata in prossimità di Città del Messico, significa letteralmente isola delle bambole.

 

La foresta è diventata famosa da quando, più di cinquant’anni fa, un uomo ha visto il cadavere di una giovane ragazza nel fiume ed ha deciso di appendere una bambola al ramo di un albero in suo ricordo.

 

Al giorno d’oggi, la foresta straripa di vecchie bambole e pezzi di giocattoli che – secondo la leggenda – a volte prendono vita e sussurrano per comunicare tra di loro.

 

 

 

3. La foresta Hoia-Baciu, Romania

 

 

View this post on Instagram

 

A post shared by ↟ Răduc (@raduc_) on

 

Gli stessi abitanti del luogo sconsigliano di recarsi in questa foresta e ritengono addirittura che sia abitata dal demonio.

 

Sono moltissime le leggende che popolano la foresta Hoia-Baciu e che le hanno procurato il nome di “Triangolo delle Bermuda della Transylvania”, come ad esempio quella della sparizione di un pastore col suo intero gregge di 200 pecore.

 

Chi visita la foresta rimane spesso così colpito da accusare nausea ed attacchi di panico.

 

 

 

4. La foresta Aokigahara, Giappone

 

 

View this post on Instagram

 

A post shared by ihaveatrip (@ihaveatrip) on

 

Questa foresta sorge sulla lava fuoriuscita dal Monte Fuji  ìe proprio il substrato di roccia lavica, attutendo i suoni, rende questo luogo inquietantemente silenzioso.

 

La foresta è tristemente nota per l’altissimo numero di suicidi e tentati suicidi che vi accadono ogni anno, tanto che all’ingresso è stato posto un cartello con messaggi sul valore della vita.

 

A contribuire all’atmosfera inquietante vi sono poi gli alberi della foresta, così fitti da lasciare i camminatori disorientati e da costringerli a lasciare dei segnali durante il percorso per non perdersi.

 

 

 

5. La foresta di Wychwood, Inghilterra

 

 

View this post on Instagram

 

A post shared by Claire Branigan (@intune_wellbeing) on

 

La tradizione attribuisce a questi luoghi una leggenda tanto inquietante da scoraggiarne la visita, nonostante vi si trovino moltissimi sentieri e percorsi ciclabili.

 

Si dice che quattrocento anni fa, la moglie del conte di Leicester sia morta rompendosi il collo mentre si trovava nella foresta. Tempo dopo il conte, imbattendosi nel fantasma della donna, ricevette una profezia di morte rivelatasi veritiera

 

La leggenda vuole che la stessa sorte capiti a tutti coloro che si avventurano nella foresta di Wychwood e alcuni turisti hanno raccontato di aver sentito voci e suoni allarmanti 

 

 

 

6. La foresta di Dow Hill, India

 

 

View this post on Instagram

 

A post shared by Sourav Banerjee (@throughmyeyes_sb_photography) on

Sono molte le testimonianza inquietanti che riguardano questi boschi; alcuni visitatori dicono di essersi sentiti osservati, spiati o addirittura di aver intravisto un fantasma.

 

Le storie locali dicono che la foresta sia stata teatro di moltissimi omicidi, tanto da essere considerata da alcuni il posto più infestato di tutta l’India.

 

La leggenda più inquietante riguarda il fantasma di un ragazzo senza testa che si aggira nei pressi di una scuola vittoriana per ragazzi situata all’ingresso della foresta.

 

 

 

7. La foresta di Broceliande, Francia

 

 

View this post on Instagram

 

A post shared by Camille La_Kafrine (@photos_cam.974) on

 

Questa foresta dall’aura mistica è, secondo la leggenda, la stessa descritta nella leggenda del Re Artù.

 

Tra i vari luoghi della leggenda, si narra che all’interno della foresta si trovino la tomba invisibile di Merlino e la Fontana delle bolle magiche, sorgente dai poteri salvifici.

 

Infine, la tradizione continua allocando in a Broceliande la cosiddetta Valle del Non Ritorno, dove la strega Morgana tiene prigionieri i cavalieri infedeli.

 

 

 

8. Foresta di Smolensk, Russia

 

 

View this post on Instagram

 

A post shared by Inna Aksёnova (@inna___i) on

 

L’atmosfera lugubre di questa foresta non è dovuta a leggende o a tradizioni ma ad un fatto storico avvenuto durante la Seconda Guerra Mondiale.

 

A Smolensk è infatti avvenuto il massacro di 20.000 soldati e comandanti polacchi da parte dell’esercito di Stalin; dieci anni dopo, nello stesso luogo è precipitato un aereo con a bordo 100 funzionari e politici tedeschi rimasti uccisi sul colpo

 

Non è difficile capire perché, secondo le credenze del popolo polacco, questa foresta sorga su un terreno maledetto.

 

 

 

9. Foresta di Epping, Inghilterra

 

 

View this post on Instagram

 

A post shared by IAN TAYLOR | UK 🇬🇧 (@ian.explores) on

 

La foresta di Epping è la più vasta della zona di Londra e proprio per le sue dimensioni immense è da sempre il luogo prediletto dagli assassini per nascondere le loro vittime.

 

Non solo sono stati scoperti dozzine di cadaveri nel bosco, ma fra questi alberi si è consumato addirittura un omicidio per mano del famoso bandito Dick Turbin.

 

Nonostante la fame del posto, i londinesi approfittano spesso dei verdi sentieri di Epping per prendersi una pausa dalla città e fare pic nic ed escursioni.

 

 

 

 

Fonti

Matador Network

 

 

  • 
  •