Magazine

Viaggi alternativi: 7 destinazioni poco affollate per le vacanze estive

guide alternative viaggio
Redazione

Forse diamo troppa colpa agli influencer, forse no, ma sicuramente l’overtourism non può dipendere solo dai loro selfie continui

 

Abbiamo pensato che la chiave per tenere a bada la folla è trovare altre destinazioni comparabili che offrano gli stessi panorami, cibo ed esperienze senza l’inconveniente della turismo del massa. Quindi ecco per voi 7 mete alternative, e meno affollate, dove andare in vacanza quest’estate!

 

 

1. Invece di Amsterdam…vai all’Aia

 

I canali, i ponti galleggianti e i pittoreschi caffè di Amsterdam possono sembrare un luogo invitante per trascorrere l’estate, ma tenete presente che, fra i 18 milioni di visitatori annuali dei Paesi Bassi, la maggior parte si trova proprio qui in estate.

Se sono la cultura, l’architettura e la storia secolare a interessarti, un consiglio utile è quello di trascorre del tempo a L’Aia, la città più internazionale del paese, sede di oltre 100 diversi gruppi etnici e della Corte penale internazionale.

 

L’Aia è anche piena di musei di livello mondiale come il grande museo Mauritshuis, casa della “Ragazza con un orecchino di perla” di Vermeer o il museo dedicato a Escher , il modernissimo Gemeentemuseum e il Madurodam, una collezione di miniature in scala di monumenti olandesi.

Anche se potrebbe non vantare i bar hash e i quartieri a luci rosse della sua più che famosa vicina, L’Aia ha una cosa che Amsterdam non avrà mai: una spiaggia! Dirigetevi verso Scheveningen o Kijkduin e trascorrete il pomeriggio lontano dalla folla, respirando aria fresca di mare.

 

 

2. Invece di Praga…vai a Bratislava

 

Con i prezzi pazzi dei voli low cost, Praga è diventata la metà preferita dell’Europa dell’Est. Certo, la birra è a buon mercato, ma ha un sapore migliore quando non devi combattere con una folla scatenata di turisti per averla.

Per la stessa architettura barocca e la birra a buon mercato, recati piuttosto nella capitale slovacca di Bratislava , a circa un’ora di treno da Vienna.

 

La piazza principale della città è piena di bar energici e caffè rilassanti. Un ulteriore vantaggio, le famose cantine slovacche che stanno ottenendo non pochi riconoscimenti internazionali.

A breve distanza dalla città, troverete anche affascinanti luoghi come Vino Matyšák e Mrva & Stanko, dove potrete comprare bottiglie di prima scelta a prezzi davvero allettanti. È inoltre possibile fare escursioni a piedi per alcune ore dalla città attraverso la fitta foresta fino al Castello di Devin, un viaggio fatato che vi porterà a vivere in una fiaba.

 

 

3. Invece di Maiorca…vai a Minorca

 

Maiorca durante l’estate è invasa da europei in cerca di sole, e le spiagge e i ristoranti di Palma diventano quasi impossibili da frequentare. Ma a distanza di una breve corsa in traghetto si trova Minorca, dove è possibile prendere il sole sotto un castello abbandonato a Cala Mesquida, o rilassarsi sulla sabbia bianca in una baia nascosta a Cala Trebaluger.

 

L’isola è anche famosa per i suoi gin, quindi dopo una dura giornata al sole, fermatevi per una degustazione a Xoriguer. Provate anche Cova d’en Xoroi, un bar incastonato in grotte scoscese con una vista spettacolare sull’acqua. Oppure, fermatevi per una degustazione di vino e formaggio a Hort Sant Patrici, o visitate gli edifici storici nella vecchia capitale della Ciutadella.

 

 

 

4. Invece di Santorini…vai in una qualsiasi altra isola greca

 

Quei perfetti post su Instagram con le casette bianche lungo la costa dell’isola non mostrano i circa 15.000 passeggeri delle navi da crociera che intasano Santorini in molti giorni estivi. Ma devi sapere che c’è molto altro da visitare in Grecia oltre Santorini. In realtà, ci sono oltre 6.000 isole greche, molte delle quali non hanno mai visto una nave da crociera.

 

Le migliori isole da visitare sono probabilmente quelle di cui non hai mai sentito parlare, quindi affidati al caso! Se ti piacciono le formazioni rocciose vulcaniche, dai un’occhiata a Lemnos, con la natura e la geografia simile ai Caraibi. Kythnos è abbastanza accessibile da Atene e offre la stessa architettura a scogliera e l’acqua cristallina di Santorini. Per spiagge deserte che sembrano una piccola fetta di paradiso, prova Koufonisia o Milos. Oppure dai un’occhiata alle strade colorate e ai locali amichevoli di Karpathos.

 

 

5. Invece dell’Islanda…vai alle Isole Azzorre

 

L’Islanda potrebbe essere una meraviglia naturale piena di campi di lava, vulcani fumanti e ghiacciai epici. Ma in questo periodo dell’anno è anche piena zeppa di autobus di turisti, che non conciliano una vacanza dedita alla natura e alla meditazione.

Se ti stuzzica l’azione vulcanica, ma vorresti un clima più mite e prezzi meno proibitivi, dirigiti verso il centro dell’Oceano Atlantico, verso le isole Azzorre del Portogallo.

 

Questo vasto arcipelago offre alcune delle migliori immersioni al mondo, con un museo sottomarino al largo del porto principale di Terceira e delle barriere coralline che circondano São Miguel. Queste isole vulcaniche hanno anche meraviglie fumanti, come la città di Furnas, dove puoi mangiare il grano bollito nella terra e bere il preparato con l’acqua del vulcano.

 

 

6. Invece di Pechino…vai ad Hangzhou

 

Pechino è molto affollata e dal momento che molti non sono in grado di elencare più di due destinazioni in Cina, finisce sempre per essere nella lista di tutti. Per avere un migliore senso della storia culturale della Cina in un ambiente molto più facile da respirare, a solo un’ora di treno da Shanghai troverai Hangzhou. Questa gemma sul lago è una delle città più verdi della Cina, così bella che il presidente Mao ha costruito una villa lì e l’ha lasciata quasi intatta durante la rivoluzione.

 

Oggi è un rifugio di campagna per i nuovi ricchi di Shanghai, con un sentiero lungo l’acqua dove è possibile correre, andare in bicicletta o passeggiare sotto i salici in riva al lago. L’architettura antica della città è altrettanto bella, con luoghi relativamente poco affollati come il tempio buddista del quarto secolo Lingyin Si e la Pagoda delle Sei Armonie del XII secolo. Da tenere a mente. però, che ci troviamo sempre in Cina: la città ha sette milioni di abitanti e 21 milioni nell’area metropolitana.

 

 

7. Invece di Yosemite…vai a Joshua Tree

 

La famosa congestione del traffico in California dovrebbe, in teoria, essere limitata alle sue città. Non è il caso però dello Yosemite in qualsiasi fine settimana estivo, quando sembra che quasi tutti gli americani si siano riversati lì. Non che non ne valga la pena, ma se vuoi provare altre meraviglie della natura californiana, avventurati nel deserto e nel Parco Nazionale di Joshua Tree.

 

Un surreale paesaggio desertico sostituisce le cascate e le pareti rocciose dello Yosemite con pile di macigni e spettacolari tramonti. Joshua Tree è anche al centro di una delle parti più strane del paese, dove è possibile visitare Pappy and Harriet’s a Pioneertown. Potete anche dare un’occhiata al museo d’arte del deserto, all’aperto oppure visitare il più piccolo museo in America, presso il famoso Museo Crochet.

 

Fonte: matadornetwork.com

 

 

  • 
  •