Magazine

Cosa vedere a Spoleto: le dieci attrazioni da non perdere

Cosa vedere a Spoleto
Redazione



Se ti interessa capire cosa vedere a Spoleto prima di partire, questa è la guida che fa al caso tuo!


Le attrazioni che l’Umbria offre sono molto apprezzate sia dagli italiani che dai turisti stranieri.


Uno dei posti migliori da visitare in Umbria è Spoleto, cittadina in provincia di Perugia.


È una delle città più antiche d’Italia, situata sulla pianura meridionale della Valle Umbra.


La sua storia risale a più di 2500 anni fa, quando la città fu fondata dagli Unni.



Duomo di Spoleto


Originariamente costruita più di mille anni fa, la chiesa è stata ampliata nel corso dei secoli ed è diventata un mix di più epoche.


Alcuni degli affreschi originali sono ancora visibili e vale sicuramente la pena vedere la lettera di San Francesco qui conservata.


Il Duomo di Spoleto di epoca romanica, dedicato all’Assunzione della Beata Vergine Maria, ha una presenza maestosa che domina la piazza del Duomo.


All’interno troverai molti tesori tra cui il pavimento cosmatesco, mosaici decorativi e affreschi splendidamente raffigurati come quello nell’abside con scene della vita della Vergine Maria.


Assicurati di visitare le numerose cappelle e di ammirare le varie opere d’arte.



Cosa vedere a Spoleto: Ponte delle Torri

Cosa vedere a Spoleto ponte

Costruito nel 1350 d.C. per creare una strada di facile accesso a Montelucco, questo maestoso ponte è alto 264 piedi e lungo 760 piedi.


E’ costituito da una struttura di nove alti piloni che separano i suoi stretti archi aggraziati.


Si tratta di una costruzione vasta e impressionante che collega la città con il territorio circostante.


E’ possibile pagare pochi euro a persona per salire alla rocca e visitare il carcere di “Rocca Albornoz“.


Ci sono delle vedute fantastiche da lassù. E’ possibile passeggiare sul retro della fortezza fino a un sentiero sterrato che scende nel burrone.



Piazza del Duomo


La piazza apparirà all’improvviso quando scenderai da Piazza Campello. Fu costruita in epoca romana spianando il versante della collina.


È un luogo meraviglioso, fiancheggiato da edifici storici e con una cattedrale che gli conferisce uno sfondo spettacolare.


È davvero uno spazio piacevole per passeggiare o semplicemente sedersi e bere una tazza di ottimo espresso.


Il verde delle montagne circostanti diventa lo sfondo, e brilla nel cielo azzurro. Nei giorni feriali c’è meno traffico, quindi puoi goderti il paesaggio in tutta tranquillità.




Cosa vedere a Spoleto: La Rocca

la rocca

Come molti paesi collinari dell’Umbria, il punto più alto è la Rocca e i panorami sono assolutamente da vedere se vai a Spoleto!


Non puoi perderti questa imponente fortezza costruita nel 14° secolo in quanto domina la città e la vallata sottostante.


Vi si accede dopo una salita relativamente faticosa o tramite scala mobile situata dietro il Duomo.


Molte delle Rocca Umbre sono andate distrutte, questa è intatta. Il museo è molto interessante e vale la pena di spenderci diverse ore.


Alcuni splendidi affreschi restano come testimonianza di un edificio che ha visto molte epoce.



Casa Romana di Vespaia Polla


Questa è un’antica casa romana da non perdere, che mostra quanto fossero sviluppati i romani nel progettare un impluvium per catturare l’acqua piovana e anche per fornire luce nelle loro case.


Non è una casa enorme, ma ha pavimenti a mosaico perfettamente ben conservati.


Questi mosaici sono disegni geometrici e alcuni sono piuttosto intricati.


Se sei un appassionato di storia, venire qui vale più del prezzo dell’ingresso.


Se ottieni un pass per i musei di Spoleto, è uno dei posti inclusi nel prezzo del biglietto.



Cosa vedere a Spoleto: Chiesa di San Ponziano

Cosa vedere a Spoleto chiesa

La Chiesa di San Ponziano si trova alla periferia di Spoleto sulla strada che sale alla Basilica di San Salvatore.


Sorge su quello che si ritiene sia il luogo di sepoltura del martire Ponziano risalente all’VIII secolo.


L’ex convento benedettino è dedicato a San Ponziano, martire del II secolo e patrono della città, solitamente invocato per la protezione dai terremoti (per la sua predizione che “Spoleto tremerà ma non crollerà”).


L’edificio trecentesco subì un ampio rifacimento nel 1788 ad opera di Giuseppe Valadier, che ne mantenne la facciata romanica, ma ne decorò l’interno in stile neoclassico.


La chiesa è piccola con la facciata del XII-XIII sec. è davvero meravigliosa a vederla da fuori.



Giro dei Condotti


Il Giro di Condotti è un bellissimo sentiero che percorre la collina sopra Spoleto.


Offre viste spettacolari sulla città sottostante e ti immerge nella bellezza naturale mentre il sentiero attraversa aree boscose punteggiate da fiori di campo e splendidi alberi.


È una passeggiata facile e pianeggiante.


Verso la fine, passando davanti ad alcune vecchie case coloniche, la discesa può diventare un po’ ripida ma resta comunque come facile.


I panorami migliori sono di nuovo sulla vallata verso il castello e il ponte vecchio del XIII secolo.



Cosa vedere a Spoleto: Museo Diocesano e Basilica di S.Eufemia

chiesa eufemia

Apprezzerete molto la visita al Museo Diocesano e alla pittoresca chiesa romanica di Sant’Eufemia, i due edifici che si trovano nel complesso del Palazzo Arcivescovile accanto al Duomo di Spoleto.


All’interno del museo è conservata una vasta collezione di dipinti dall’VIII al XVIII secolo tra cui artisti come Filippino Lippi e Beccafumi e un busto di Urbano VIII scolpito da Gian Lorenzo Bernini.


Anche le camere e i soffitti sono splendidamente decorati e vale la pena ammirarli.


La Basilica di Sant’Eufemia è dedicata a Sant’Eufemia di Calcedonia e può essere osservata da una piattaforma interna al museo affacciata sulla chiesa.


La Basilica è piccola, costruita in pietra bianca e decorata semplicemente.



Ex-Ferrovia Spoleto-Norcia


Bel percorso seguendo la vecchia linea ferroviaria. Puoi camminare o andare in bicicletta attraverso vecchi tunnel ferroviari e viadotti.


Tuttavia, non farlo se hai paura delle altezze: uno dei primi viadotti che raggiungi è molto alto e stretto.


Sono 8 km andata e ritorno che richiedono circa 4 ore a piedi. Superficie ghiaiosa molto buona. Ha una salita costante di 4,5 m fino alla fine.


Offre una bella vista sulla valle e sul lato della montagna e si tratta di un vero miracolo ingegneristico composto da enormi viadotti ad arco romano in pietra.



Cosa vedere a Spoleto: Teatro Romano

teatro romano

Un altro reperto di scavo romano che risale al I secolo è questo teatro ben conservato con un diametro di 115 metri che poteva ospitare circa tremila spettatori.


Il Teatro Romano fu costruito nella seconda metà del I secolo a. C. proprio all’interno delle mura cittadine.


Rimase in uso fino al IV sec. mentre oggi fa parte del Museo Archeologico Statale ed è ancora utilizzato per spettacoli e spettacoli.


Centinaia di manufatti risalenti al primo e al secondo secolo sono conservati all’interno del Museo Archeologico e ornano il Teatro Romano.




Se ti è piaciuto questo articolo potrebbe interessarti anche:


Cosa vedere a Torino: 10 attrazioni da non perdere

Cosa vedere a Pisa: le attrazioni e i monumenti da non perdere


Assisi: cosa vedere con i bambini? Le migliori attrazioni


Cosa vedere a Bari: le attrazioni da visitare assolutamente