Magazine

Curiosità sulla Danimarca: società, lingua, cultura

curiosità danimarca
Redazione

11 Curiosità sulla Danimarca per conoscere meglio questo paese scandinavo

 

Tra Italia e Danimarca esistono differenze culturali che sono difficili da immaginare. Per questo motivo, un italiano che decide di vivere in Danimarca per un certo periodo potrebbe aver bisogno di alcuni consigli di sopravvivenza.

 

Che tu voglia partire alla scoperta di questo Paese o sia semplicemente incuriosito dai confronti culturali, ecco 11 curiosità sulla Danimarca per conoscerne meglio la società, la storia, la lingua e la cultura.

 

Curiosità sulla Danimarca: Società

curiosità sulla danimarca società

1) La Danimarca è uno dei paesi più felici del mondo

La Danimarca è stata nominata il paese più felice del mondo in numerose occasioni e continua ad essere in cima al “World Happiness Report” delle Nazioni Unite. I motivi sono vari e li spieghiamo in un articolo sul perché la Danimarca è tra i paesi più felici del mondo.

 

 

2) La bicicletta è uno dei mezzi di trasporto più usati

Dato che la conformazione della Danimarca è particolarmente piatta, usare la bicicletta non è eccessivamente faticoso.

 

Per questo motivo, e grazie a una rete ben organizzata di piste ciclabili e corsie dedicate solo alle biciclette, molti danesi scelgono questo mezzo di trasporto anche per andare al lavoro tutti i giorni.

 

Nonostante il clima rigido e freddo, la bicicletta viene utilizzata anche d’inverno dal 75% dei danesi. A Copenaghen, più del 50% dei cittadini percorre il tragitto quotidiano casa-lavoro in bicicletta.

 

 

3) I danesi adorano il Natale

Non c’è momento dell’anno che sia più atteso e desiderato. I danesi adorano arredare gli ambienti a tema natalizio e realizzare decorazioni per scaldare ogni atmosfera.

 

E’ qualcosa che potremmo collegare al famoso hyggequella sensazione di benessere data dalle piccole cose, dalle atmosfere rilassanti, dalla cioccolata calda con gli amici.

 

Sotto Natale ogni posto brilla di lucine profuma di cannella; l’ingrediente fondamentale per qualsiasi dolce danese che si rispetti.

 

addobbi di natale

 

4) L’acqua danese è pulitissima

Una peculiarità di alcune città portuali danesi è che l’acqua, anche al porto, è talmente pulita da poterci fare il bagno! Non solo a Copenaghen, ma anche a Odense e Aarhus.

 

Oltre all’acqua di mare, anche l’acqua delle case danesi è molto pulita e, per questo, potabile. I danesi bevono quotidianamente l’acqua del lavandino, il che è molto economico (considerati i prezzi dell’acqua in bottiglia rispetto all’Italia!) e, soprattutto, eco-sostenibile.

 

 

5) In Danimarca nessuno è considerato “migliore degli altri”

La cultura danese è impregnata di un fortissimo senso di uguaglianza sociale. In Danimarca viene riconosciuta la stessa dignità a tutte le professioni e il rispetto sociale si guadagna sulla base delle proprie azioni e non del proprio titolo.

 

Esiste addirittura una legge che afferma questo principio, chiamata “Janteloven”. Non è da confondere con il principio “la legge è uguale per tutti”: questa legge sancisce che il successo professionale e la ricchezza materiale non determinano la qualità di un individuo; non lo rendono “migliore” degli altri.

 

Questa è una curiosità sulla Danimarca che, forse, ci aiuta a capire perché i danesi sono un popolo così felice, meno frustrato… probabilmente è qualcosa da cui tutti dovremmo imparare.

 

 

Curiosità sulla Danimarca: Invenzioni

legoland curiosità sulla danimarca
Foto: Carolina Bonsignori

6) I LEGO® 

Il famoso mattoncino LEGO® è stato inventato dal danese Ole Kirk Christiansen nella città di Billund nel 1949. Oggi, a Billund, puoi visitare il fantastico parco divertimenti LEGOLAND® (le ambientazioni di ogni giostra sono realizzate in lego!) e la LEGO® House, dove puoi scoprire tutto quel che c’è da sapere sulla storia dei lego.

 

E sapevi che il nome stesso è in realtà un’abbreviazione di “Leg godt“, che significa “giocare bene“?

 

 

7) Il Bluetooth 

Non ti sei mai chiesto come mai il sistema di accoppiamento di dispositivi senza fili si chiami proprio Bluetooth? Il nome è un omaggio al re danese Harald “Bluetooth” Gormsson, sovrano di Danimarca e Norvegia che ha unificato il Paese e introdotto la cristianità in Danimarca.

 

Il soprannome “dente blu” è probabilmente dovuto a una caratteristica fisica, come spesso avveniva all’epoca.

 

Una “spia” del fatto che il Bluetooth sia un’invenzione danese è data dal simbolo di questa tecnologia: la B è infatti disegnata nello stesso stile delle rune vichinghe.

 

 

Curiosità sulla Danimarca: Storia, Lingua e Cultura

Bandiera danimarca vivere in danimarca

 

8) La bandiera danese è la più antica al mondo

La bandiera danese “Dannebrog” risale ufficialmente al 1219 e, da allora, non è mai cambiata. Si tratta della bandiera statale usata ininterrottamente da una nazione indipendente per il periodo più lungo al mondo.

 

La leggenda vuole che la bandiera sia caduta dal cielo ed è un simbolo importantissimo nella cultura danese, usato anche per segnalare eventi festosi.

 

La bandiera danese è, infatti, la decorazione principalmente usata per celebrare eventi importanti come un compleanno o una festa in casa. Se non c’è una bandierina su tovaglie, tovaglioli, bicchieri o persino sulla torta, non è una vera festa!

 

 

9) In danese non si chiede “per favore”, ma si ringrazia per tutto

La lingua danese non ha un’espressione per esprimere l’equivalente dell’italiano “per favore/piacere”.

 

Questa “mancanza” è però bilanciata da un’altra usanza molto cordiale: ringraziarsi. I danesi si ringraziano praticamente per qualsiasi cosa.

 

Quando si termina un momento insieme si dice “tak for nu” (grazie per adesso), che può diventare anche “tak for i dag/ i aften” (grazie per oggi/stasera); mentre quando ci si rivede si ribadisce il concetto ringraziandosi per “la scorsa volta” (tak for sidst)

 

 

10) La lingua danese è molto difficile da imparare

Si dice che la lingua danese sia una delle più difficili da imparare. Questo non tanto a livello grammaticale, ma soprattutto di pronuncia.

 

In danese esistono molte lettere che non vengono pronunciate all’interno della parola, oppure che vengono pronunciate in maniera molto diversa dalle principali lingue europee. Il rapporto tra pronuncia e scrittura non è trasparente (spesso non esistono vere e proprie regole di pronuncia!) e per questo può creare molti problemi.

 

A volte, a suoni diversi si associano anche lettere diverse: Æ (che suona come una /e/ aperta); Ø (simile alla /ö/ tedesca) e Å (una /o/ aperta). Se vuoi imparare una lingua scandinava, però, meglio buttarsi sullo svedese o il norvegese, molto simili al danese, ma più facili da leggere ad alta voce!

 

 

11) A 25 anni, se non sei sposato, gli amici ti riempiono di cannella

Non si può parlare davvero di curiosità sulla Danimarca senza menzionare almeno alcune tradizioni un po’ strane (anche a detta dei danesi stessi!).

 

Una tradizione strana è quella di cospargere di cannella chi compie 25 anni se per quell’età non si è ancora sposato.

 

A 30, invece, i giovani non sposati sono cosparsi di pepe. La tradizione è forse vecchia di centinaia di anni e sarebbe legata al fatto che i mercanti di spezie, non fermandosi mai per lungo tempo nello stesso luogo, rimanevano spesso scapoli.

 

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Mille Funk (@millefunk) in data:

 

Di: Carolina Bonsignori

  • 
  •