Magazine

SVE in Danimarca: 5 consigli di sopravvivenza

Redazione

Se stai per tuffarti in una nuova avventura in Danimarca, questi 5 consigli potrebbero aiutarti ad ambientarti e ad affrontare al meglio la vita in Scandinavia

 

 

Ok, è arrivato il momento. Hai fatto domanda per il tuo SVE in Danimarca: la valigia è fatta, il volo è prenotato, la tua famiglia ospitante ti sta aspettando. È tutto pronto – tranne te.

 

Siamo onesti: non vedi l’ora di provare questa nuova ed eccitante esperienza, ma sei anche pieno di dubbi e paure. È stata la decisione giusta? Come sarà la tua nuova vita? Come saranno i danesi? Il cibo sarà mangiabile? E la tua famiglia ospitante? Saranno amichevoli? Che succede se hai nostalgia di casa? Nah, impossibile, vuoi davvero andare all’estero per un po ‘. Ma che mi dici della tua famiglia e dei tuoi amici? Sei pronto a lasciare il tuo paese, ma sei pronto a lasciare i tuoi affetti? Oh Dio, e la lingua?!

 

Queste e molte altre domande ti rimbombano in testa, e sta diventando molto rumoroso. Finché, alla fine, non lo fai. L’aereo decolla, non c’è modo di tornare indietro. Atterri in Danimarca. Ora inizia tutto.

 

Tutte le tue vecchie domande troveranno lentamente una risposta e ne sorgeranno di nuove. È un processo senza fine, e questo è anche il motivo principale per cui sei qui: non volevi allargare i tuoi orizzonti e imparare qualcosa di nuovo? Ecco come lo fai, facendo domande.

 

 

1) Se non sai, chiedi

 

Quindi, ecco il mio primo consiglio per la tua sopravvivenza in Danimarca: chiedi. Chiedi, chiedi, chiedi: non aver paura di farlo. Ci saranno molte cose che non saprai, molte che non capirai. Semplicemente: chiedi. Anche se ti sembra una domanda stupida o se hai paura di ottenere una risposta negativa. Non riuscirai mai a renderti utile o a imparare qualcosa se non chiedi.

 

Potresti avere domande pratiche sui tuoi compiti o domande culturali sui danesi e sulla vita in Danimarca. I danesi sono molto indipendenti, e questo a volte gli fa dimenticare che dovrebbero darti delle indicazioni su come svolgere al meglio i tuoi compiti. Non ti aiuteranno a meno che non sia tu a chiederglielo – o a meno che non siano particolarmente abituati a lavorare con volontari di paesi diversi -, ma ricordati che hai il diritto di chiedere e di essere aiutato.

 

Inoltre, è chiedendo che scoprirai le cose più interessanti sulla cultura e il modo di vivere danesi; oltre a capire quei comportamenti che ti sembrano tanto strani perché non sono comuni nel tuo paese. Sii curioso e imparerai molto.

 

 

2) Sii paziente e disposto ad adattarti

 

Il tempo che ti servirà per ambientarti in Danimarca potrebbe essere più o meno lungo, a seconda della tua personalità. Sentirsi a casa potrebbe essere difficile. Anche se si tratta sempre di un paese europeo, è molto improbabile che non dovrai abituarti a nulla di nuovo, perché dobbiamo farlo ogni volta che entriamo in un nuovo contesto. Il fatto è che dobbiamo anche essere consapevoli di ciò ed essere preparati. Non puoi aspettarti di vivere la tua vita esattamente come quando eri a casa – e non ti piacerebbe nemmeno. Hai deciso di andare all’estero per cambiare la tua vita, quindi preparati a cambiare la tua routine, il tuo cibo e anche il tuo modo di interagire con altre persone.

 

In particolare, quando si tratta dei danesi, bisogna tenere presente che tendono ad essere riservati e un po’ chiusi, sebbene siano molto gentili. Se non ti trattano da buon amico sin dall’inizio, non farti prendere dal panico: non sei tu, è il loro modo di relazionarsi con gli altri. Con un po ‘di pazienza, entrerai nella loro cerchia privata e la vostra relazione diventerà più intima e rilassata.

 

 

3) Sii puntuale

 

Il tempo danese è preciso: se dicono 8:00, sii lì alle 7:55. È vero sia per le persone che per il trasporto pubblico, quindi non contare troppo sulla possibilità che il tuo autobus / treno sia in ritardo, le probabilità sono molto limitate. Cerca di uscire di casa in orario, e non far aspettare i tuoi colleghi o amici danesi, non sarebbe educato. Ricorda, inoltre, che anche i ristoranti e i pub rispettano orari precisi, quindi assicurati di arrivare in tempo per la tua prenotazione e considera gli orari di apertura: nessuno vuole andare al ristorante per poi trovare la cucina chiusa.

 

 

4) Prova

 

Se c’è una cosa che tutti i volontari all’estero hanno in comune è il fatto che nessuno è perfettamente consapevole di cosa fare e come farlo. L’unica cosa che puoi fare è provare. Fai sempre del tuo meglio e non aver paura di sbagliare. A volte non è facile, ma è l’unico modo per imparare veramente. Inoltre, potresti trovarti in situazioni completamente nuove, con stimoli completamente nuovi.

 

Per rendere la tua esperienza il più ricca possibile, dovresti provare cose che non hai mai fatto prima, magari perché non hai mai avuto la possibilità di farlo o perché non ci hai mai pensato. O forse è qualcosa che non ti è mai veramente interessata, ma non hai nulla da perdere a provarla questa volta. Potrebbe essere uno sport, un’attività o forse qualcosa da mangiare. Basta provare quante più cose possibili, potresti allargare i tuoi orizzonti e imparare qualcosa di nuovo su di te.

 

 

5) Impara la lingua

 

Questa potrebbe essere la parte più difficile, ma ne vale sicuramente la pena. Generalmente, i danesi parlano inglese molto bene, quindi imparare il danese non è fondamentale per sopravvivere. Ma cambia davvero il modo in cui vivi la Danimarca e il modo in cui gli altri ti vedono. Quando impari la lingua, puoi improvvisamente capire di cosa parlano le persone intorno a te e anche cercare di comunicare con coloro che non amano parlare inglese. Inoltre, i danesi sono molto felici quando uno straniero cerca di imparare la loro lingua, perché sanno quanto sia difficile.

 

Altre volte, al contrario, qualcuno decide di passare all’inglese per rendere la comunicazione più fluida, o magari per aiutarti. In questo caso, puoi scegliere se insistere con la lingua danese o continuare la conversazione in inglese. In ogni caso, imparare il danese ti farà sentire parte del mondo in cui vivrai, e questo non farà altro che migliorare il tempo che passerai in Danimarca.

 

Un’ultima cosa per aiutarti ad imparare la lingua: dimentica tutto ciò che sai sulla pronuncia di lettere specifiche – non troverai alcuna regola fissa per quello. Inizia a imparare da bambino, imitando i suoni, e col tempo ti ci abituerai.

 

 

Di: Carolina Bonsignori

 

 

 

Laureata in Scienze Linguistiche, grazie ai programmi Erasmus ha vissuto in Irlanda, Danimarca e Belgio. Per Scambieuropei scrive articoli su Erasmus, lingue straniere, esperienze all’estero, formazione e curiosità dal mondo.