Magazine

5 Errori comuni nella grammatica inglese e come evitarli

Redazione

Problemi nelle forme grammaticali dell’inglese? Oggi ti spieghiamo quali sono i 5 errori più comuni nella grammatica inglese e come evitarli!

 

Stai imparando l’inglese? Allora probabilmente la parte grammaticale sarà un tormento! Confusionaria e irregolare, la grammatica inglese spesso e volentieri può risultare abbastanza difficile. Ma non è così grave come credi.

Dai un’occhiata a questi 5 errori comuni nella grammatica inglese e farai certamente più attenzione a non commetterli più!

 

1. Its – It’s

Questa è una delle regole che dovresti sempre avere a mente. L’apostrofo, solitamente, viene utilizzato per rimpiazzare un’altra lettera, in particolare una vocale. Se quindi hai il dubbio su quale delle due versioni usare, immagina di sostituire l’apostrofo con la di “is” e controlla se la frase ha senso oppure no.

 

“It’s” è la forma contratta di “it is“. Lo si può usare per descrivere qualcosa o per affermare qualcosa, come “It’s getting very hot”.

“Its” è invece un aggettivo possessivo, dunque indica il possesso o l’appartenenza a qualcosa. Ad esempio “The dog was black and its tail was very big”.

 

 

2. Then – Than

Queste altre due parole, per via della scrittura e della pronuncia molto simili, vengono spesso confuse.

 

“Then” è usato in relazione al tempo, per esprimere qualcosa che è seguita da un altro evento o attività, in modo particolare quando vuoi mostrare una certa continuità tra più eventi. Ad esempio: “We had lunch and then went back to school.”

“Than” si usa, invece, per fare dei paragoni, come qualcosa che può essere più grande, piccola, scura o chiara di qualche altra cosa. Ad esempio: “My bed is bigger than yours.”

 

 

3. Lose – Loose

Anche in questo caso la confusione è generata da una simile grafia e dalla pronuncia quasi identica. Le due parole, però, hanno significati molto diversi:

 

“Lose” è parte di un verbo,to lose” (= perdere). Si usa, normalmente, per dire di aver perso qualcosa, come i chili di troppo o un lavoro: “to lose weight” – “to lose a job”.

“Loose”, invece, è un aggettivo che descrive uno stato di larghezza, scioltezza. Ad esempio, una vite o un pantalone possono essere “loose”: “These jeans are too loose”.

 

 

4. Gone – Went

Quest’altra coppia di parole può essere facilmente confusa, dato che entrambe descrivono il passato del verbo essere, ma in modi diversi. Se anche tu sei confuso, niente panico: si tratta di uno degli errori di grammatica inglese più comuni in assoluto.

 

“Went” è il passato semplice del verbo “to go“.

Lo si usa da solo, come in qualsiasi altra forma verbale al passato semplice. Ad esempio: “I went to the doctor last week.” Il simple past si utilizza per descrivere un’azione terminata e con un’indicazione di tempo specifica (nell’esempio I went to the doctor last week, è chiaro che l’azione è terminata e che è avvenuta settimana scorsa).

 

“Gone”, invece, è il participio passato del verbo “to go“.

Al contrario di “went”, per essere usato ha bisogno del verbo ausiliare “have” nel present perfect, che diventa “had” nel past perfect. Il present perfect indica un’azione non ancora conclusa (il nome, infatti, contiene la parola present) ad esempio: “She has gone to Spain” (e non è ancora tornata!). Il past perfect, invece, indica un’azione conclusasi prima di un’altra: “Sha had gone to the doctor before she went to the cinema”.

 

 

5. Apostrofi nei plurali

Una delle cose più difficili da ricordare è quando usare l’apostrofo…e quando non usarlo!

Ti suggeriamo un trucchetto: quando stai descrivendo una quantità plurale di qualcosa, sicuramente non avrai bisogno di usare l’apostrofo. Ad esempio: “Cats”, “Computers”, o “Countries”.

Tuttavia, dovrai usare l’apostrofo quando starai descrivendo il possesso o l’appartenenza di qualcosa a qualcos’altro di singolare. Ad esempio: “The cat’s ear” o “The computer’s fan”.

 

Un’altra cosa importante da ricordare è la posizione dell’apostrofo. Quando stai descrivendo l’appartenenza di qualcosa a qualcos’altro di plurale, dove posizioni l’apostrofo? In questo caso andrà alla fine del sostantivo plurale, come ad esempio: “The cats’ ears” o “The countries’ flags”.

 

  • 
  •