Magazine

Vivere e lavorare in Inghilterra

Redazione

Ecco per voi una guida fatta ad hoc da Scambieuropei per vivere e lavorare in Inghilterra. Leggi tutti i nostri consigli per iniziare la tua nuova vita all’estero!

 

 

 

Capitale: Londra

Lingua:  Inglese

Valuta:  Sterlina

Abitanti: 59.600.000

Fuso orario: UTC (UTC+1 in ora legale)

Festa Nazionale: Trooping the Colour

 

 

La definizione “Inghilterra”, lo sappiamo, è sbagliata, in realtà la si dovrebbe definire “Regno Unito” (United Kingdom), poiché comprende la Gran Bretagna e l’Irlanda del Nord. È situato nell’Europa occidentale e ha una popolazione di circa 63 milioni di abitanti. La sede del governo e la capitale è Londra. È una Monarchia costituzionale parlamentare e l’attuale regina è Elisabetta II.

 

È stato il primo paese ad essere industrializzato e tutt’ora è la quinta potenza economica mondiale, dopo gli Stati Uniti, la Cina, il Giappone e la Germania. Per quanto riguarda l’Europa, è invece la seconda potenza economica, sotto la Germania.

 

È un paese membro fondatore dell’ONU, della NATO e membro dell’Unione Europea, del G8 e del G7. Tuttavia, non ha adottato l’Euro come moneta unica.

 

Visto per l’Inghilterra

I cittadini dell’Unione Europea NON hanno bisogno di un visto per vivere o lavorare in Inghilterra.

 

Come trovare casa in Inghilterra

Non ti vogliamo scoraggiare, ma trovare casa in Inghilterra potrebbe essere più difficile di quanto sembri. Spesso si trovano case troppo costose, e casomai anche non ammobiliate. È raro riuscire a trovare casa prima di arrivare a destinazione.

 

Generalmente gli affittuari tendono anche a incontrare i futuri inquilini prima di firmare il contratto, e un consiglio che ti diamo è anche di non prendere decisioni affrettate e vedere di persona l’appartamento. In questo modo potresti evitare spiacevoli inconvenienti.

 

La domanda e l’offerta possono variare molto durante l’anno, ma verso fine estate dovresti avere più possibilità di scelta. L’anno accademico è infatti alle porte e molti studenti lasceranno la propria stanza/casa.

 

Gli annunci delle case in affitto si trovano normalmente nei giornali locali o cercando su Internet. Il giornale londinese “Evening Standard“, ad esempio, pubblica giornalmente annunci e il mercoledì allega un supplemento gratuito più dettagliato. Un altra fonte utile è il sito “Loot“, stampato sia in formato cartaceo, ma disponibile anche online.

 

Prendi in considerazione anche la possibilità di condividere l’appartamento con qualcun altro. È molto diffuso specialmente tra i giovani che studiano o lavorano in Inghilterra, in modo da contenere le spese. Un sito utile è FlatClub, in cui sono presenti annunci di appartamenti per affitti a medio termine.

 

Lavorare in Inghilterra

Se il tuo sogno è lavorare in Inghilterra, specialmente se sei alla ricerca di un lavoro professionale e ben pagato, è fondamentale avere un’ottima conoscenza dell’inglese.

 

Se invece sei alla ricerca di un lavoretto che ti aiuti solo a coprire le spese, non dovresti incontrare molte difficoltà. Anche se non hai un livello di inglese molto alto, non sarà difficile trovare un lavoro part-time. Non aspettarti, però, di avere una retribuzione molto alta.

 

Internet è probabilmente la fonte che si può consultare più facilmente per trovare lavoro in Inghilterra. Tuttavia, gli annunci di lavoro sono presenti anche su quotidiani come il “The Times”, “The Daily Telegraph”, “The Guardian”, “Financial Times” e “The Indipendent”.

 

Altra soluzione per lavorare in Inghilterra è recarsi nelle agenzie di collocamento, consultabili anche su internet. Ogni agenzia ha solitamente la propria area di interesse, quindi bisogna scegliere in base alle proprie preferenze. Un’altra fonte, specialmente per lavori non qualificati, è il Job-centre, presente in ogni città.

 

Corsi di lingua in Inghilterra

L’inglese è considerata la lingua internazionale per eccellenza. Si differenzia dall’americano nella pronuncia e nell’ortografia. Il modo in cui viene parlato in Inghilterra varia leggermente da un paese all’altro, ci sono infatti molti accenti regionali, che spesso possono creare difficoltà sia agli stranieri, che alla gente locale.

 

Per evitare di arrivare impreparato, prima di partire, prova a guardare film in inglese, evitando i sottotitoli, ascolta la radio, guarda la televisione inglese e leggi libri in lingua.

 

Anche se, come tutte le lingue, il miglior modo per imparare è una “full immersion“. Non appena arrivi in Inghilterra, cerca di parlare con tutte le persone possibili: i vicini, i commessi, il tassista, i baristi. Solo in questo modo ti sarà possibile avere un impatto diretto con la lingua, e apprenderla in modo più veloce e più facile.

 

Un consiglio spassionato che ti diamo è di non unirti subito a gente della tua stessa nazionalità. Cerca il più possibile di integrarti con la gente del posto, così imparerai sia la lingua con più facilità e sia avrai modo di conoscere gente locale.

 

Se invece sei interessato ad iscriverti ad un corso di lingua in Inghilterra, le possibilità sono tante. Ti consigliamo di dare un’occhiata al sito del British Council per vedere i corsi disponibili, in base alla città in cui vuoi andare e in base al livello che hai. Un’altra alternativa sono i corsi di lingua organizzati dalle università, sia durante l’estate che durante tutto l’anno.

 

Assicurazione sanitaria in Inghilterra

L’assistenza pubblica in Inghilterra è gestita dalla NHS, ovvero la National Health Services. I servizi coperti comprendono gli ospedali, i medici di famiglia, i dentisti, gli ottici, i farmacisti e il servizio di ambulanza.

 

Tuttavia, non tutti i servizi offerti sono gratuiti. Se non si è esenti al pagamento, bisognerà pagare un costo fisso. L’NHS fornisce il trattamento medico gratuito, o sovvenzionato a:

  • Residenti in Inghilterra
  • Cittadini dell’Unione Europea
  • Studenti (iscritti a corsi lunghi più di 6 mesi)
  • Chi è in possesso di un permesso di lavoro per l’Inghilterra

 

Sistema bancario in Inghilterra

Vivere e lavorare in Inghilterra senza avere un conto in banca è quasi impossibile. Ne avrai bisogno per il tuo stipendio, per pagare l’affitto, per le bollette, per ottenere una linea telefonica e tanto altro.

 

Tuttavia, aprire un conto in banca in Inghilterra non è molto semplice per chi è straniero. Le banche possono spesso risultare troppo prudenti. Ad ogni modo, dovrai dimostrare che hai un domicilio in Inghilterra. Se invece lavori già in Inghilterra, basterà chiedere al tuo datore di lavoro una lettera di raccomandazione. Potrebbe essere utile anche farsi scrivere dalla propria banca italiana una lettera (in inglese).

 

Le banche più diffuse, che hanno filiali in quasi tutta l’Inghilterra, sono: HSBC, Barclays, Halifax, Abbey, Lloyds TSB e NatWest.

 

Operatori di telefonia mobile in Inghilterra

I principali operatori di telefonia mobile in Inghilterra sono cinque:

  • Vodafone
  • O2
  • T-Mobile
  • Orange
  • Three

 

 

 

 

  • 
  •