Scambi Culturali

Training course a Riga, Lettonia, sull’Hate Speech dal 2 al 10 febbraio 2023

Redazione

Bellissima opportunità di partire per questo interessante progetto di Training course a Riga, Lettonia, sull’Hate Speech dal 2 al 10 febbraio 2023


Dove: Lettonia, Riga

Titolo del progetto: Combating hate speech





Quando: dal 2 al 10 febbraio 2023

Destinatari: 4 partecipanti over 18

Paesi Partner: Italia, Turchia, Romania, Ungheria, Bulgaria, Lettonia, Nord Macedonia, Grecia, Estonia, Lituania e Repubblica Ceca




Descrizione del progetto

L’associazione Scambieuropei, partner del progetto “Combating hate speech” è alla ricerca di partecipanti interessati a prendere parte a questo Training course a Riga, Lettonia, sulla lotta ai discorso d’odio e alla violenza.



L’odio espresso con parole, comportamenti e atteggiamenti è una forma di violenza che può essere facilmente trascurata o ignorata. Quando non viene contrastata, però, può normalizzarsi e degenerare in violenza fisica su ampia scala.



Il tema della diffusione dei discorsi d’odio (gli hate speech), poi, ha assunto una rilevanza particolare con la diffusione dei social media e dei nuovi mezzi di comunicazione digitale. Spesso i social non restituiscono un’immagine corretta di quello che sta accadendo, favorendo in tal modo il moltiplicarsi delle manifestazione d’odio. Questo fenomeno, difficilmente monitorabile, apre allora il dibattito sui confini fra libertà di impressione e diffusione dell’hate speech.





Caratteristiche del progetto


Il training course vuole quindi rispondere ad alcune di queste problematiche, fornendo allo stesso tempo ai partecipanti strumenti concreti per riconoscere, sfidare e infine trasformare tali manifestazioni d’odio nei contenesti giovanili.



Il progetto cerca di affrontare queste sfide per creare ambienti giovanili più sicuri e inclusivi. L’obiettivo generale del progetto è quello di migliorare le competenze, i metodi e gli strumenti di lavoro con i giovani con un background culturalmente diverso, come le minoranze, i Rom, i rifugiati e i migranti.




Obiettivi del progetto

  • Considerare le motivazioni e l’impatto del linguaggio offensivo sui giovani provenienti da contesti svantaggiati


  • migliorare il livello delle competenze e delle abilità chiave dei giovani nell’utilizzo degli strumenti digitali


  • promuovere la cittadinanza attiva, il dialogo interculturale, l’inclusione sociale e la solidarietà;



  • creare una rete di attivisti, operatori giovanili, educatori e organizzazioni giovanili impegnati nel combattere discorsi d’odio online;



  • creare campagne contro i discorsi d’odio online, sia a livello nazionale che europeo;


  • esplorare la nozione di discorso d’odio, esaminarne le radici e trovare meccanismi innovativi funzionali alla lotta contro l’hate speech.


Metodologia

Tutte le attività saranno svolte utilizzando metodi educativi non formali, legati all’apprendimento attraverso la pratica e la comunicazione anche non verbale e la simulazione

Più nello specifico, i partecipanti e le partecipanti impareranno ad utilizzare la metodologia del teatro Stanislavskij (teatro psicologico), unitamente a metodi di improvvisazione teatrale e metodi di pantomima.


Lingua del progetto

Le lingue di lavoro saranno l’inglese


NOTA BENE: In alcuni casi, previa approvazione dei partner, è possibile arrivare fino a 2/3 giorni prima e ripartire fino a 2/3 giorni dopo. Nei giorni fuori dal progetti, e pensati per fare del turismo, i costi vivi (vitto-alloggio) saranno a carico dei partecipanti. I voli A/R saranno comunque rimborsati a fine progetto secondo le regole Erasmus +


Maggiori informazioni

COSA SONO GLI SCAMBI CULTURALI/TRAINING COURSE

Segui le esperienze di chi è partito su INSTAGRAM


Profilo dei partecipanti


  • I partecipanti devono essere maggiorenni


  • avere una conoscenza sufficiente/discreta dell’inglese 


  • Animatori giovanili, assistenti sociali, educatori, insegnanti, youth workers, formatori e in generale tutti i giovani interessati al tema del progetto e che lavorano o vorrebbero lavorare nel settore giovanile o con minoranze



Condizioni economiche

  • Vitto (colazione-pranzo e cena) e alloggio sono coperti al 100% dall’associazione ospitante


  • trasporti verranno rimborsati a fine progetto su un massimale di 360 euro. Spese superiori saranno a carico dei partecipanti


  • Quota Scambieuropei: 60 euro – di cui 40 euro come Tesseramento Scambieuropei 2023 comprensiva di assicurazione infortuni (da pagare solo se selezionati) e 20 euro di quota progetto come contributo di partecipazione, che serve per coprire spese gestionali e amministrative relative alla durata totale del progetto (processo di selezione, formazione pre-partenza, coordinamento del gruppo, supporto durante e dopo la mobilità).

 

  

Il progetto è co-finanziato dal programma Erasmus Plus della Commissione Europea


Guida alla candidatura

Per candidarsi inviare cv in italiano o inglese e lettera motivazionale in inglese a [email protected] inserendo come oggetto Application ESC Combating hate speech




Nota bene: La scrittura della motivation letter deve rispecchiare la vostra curiosità in merito al tema trattato e preferibilmente sottolineare esperienze pregresse e/o volontà a lavorare nel campo trattato. Inutile scrivere motivation letters in cui si sottolinea la volontà di voler partire perché il progetto si terrà in un determinato luogo o perché si vuole migliorare la lingua inglese


Scadenza

Massimo 31 dicembre 2022 o Fino ad esaurimento posti


Direttrice editoriale di Scambieuropei e responsabile delle piattaforme digitali. Gestisce e coordina i giovani che lavorano con l’associazione. Da sempre interessata ai viaggi e al mondo della mobilità