Scambi Culturali

Scambio culturale con Unione Italiana Vela Solidale per un corso di lingua alla rovescia

Redazione

Partecipa a questo progetto di Scambio culturale con Unione Italiana Vela Solidale per un corso di lingua alla rovescia in mare con altri giovani europei!

 

Durata: dai 7 ai 15 giorni

Destinatari: giovani europei (a partire da 13 anni) e gruppi di adulti

 

Titolo del progetto: “Sabir on board – Un corso di Lingua alla rovescia”

 

Descrizione dell’ente 

Da più di 30 anni le associazioni che fanno parte della rete nazionale Unione Vela Solidale (UVS) si occupano di realizzare progetti sociali di integrazione, sviluppo delle potenzialità relazionali e crescita personale rivolti a soggetti svantaggiati. Tutti gli associati condividono l’uso della barca a vela come strumento di lavoro e luogo privilegiato attraverso cui costruire relazioni costruttive e durature capaci di avviare processi positivi di crescita.

Uno dei temi cardine dell’associazione è quello dell’integrazione, a partire da quella verso i migranti o persone con disabilità, fino a quella tra i popoli europei. L’obiettivo è la realizzazione di progetti che diano una risposta a problemi attuali di varie fasce di popolazione.

 

Descrizione del progetto

Il progetto “Sabir on board – Un corso di Lingua alla rovescia” non è un corso per insegnare una lingua per tutti, ma un’avventura per costruire una lingua di tutti fatta dalle parole più belle, ricche di senso ed espressività che ciascun membro dell’equipaggio porta con sé dalla propria lingua, mettendole a disposizione di tutti.

Il sabir, la vecchia lingua franca del Mediterraneo, restituiva il senso di appartenenza ad un popolo, quello del mare Mediterraneo. Oggi il pensare ad un’Europa come unione di popoli nella diversità, riparte dal costruire un nuovo linguaggio, uno scambio di accoglienza reciproca.

 

Su due piccole barche a vela, un equipaggio di giovani provenienti da varie zone d’Europa possono vivere la straordinaria esperienza di navigare insieme nel sud del loro continente, incontrare le realtà locali, ascoltare racconti e raccontare il proprio mondo facendo lo sforzo di usare un nuovo linguaggio, fatto di parole prese dalle diverse lingue parlate a bordo, le più ricche e adeguate, le più significative.

L’obiettivo del progetto è vivere un’esperienza di navigazione, condivisione, apertura all’altro e scoperta, e i destinatari sono giovani europei (a partire da 13 anni), ma anche gruppi di adulti, per un numero complessivo di 10/12 persone da ospitare sulle due barche.

 

 

Attività del progetto

  •  Viaggio in barca a vela a tappe in cui incontrare varie realtà dei territori (durata 7/15 giorni)
  • Filo conduttore (un libro, un racconto, le inchieste di un giornalista che siano collegate alla rotta programmata)
  • Attività di navigazione e marineria (scuola vela base)
  • Incontri con attori locali
  • Escursioni ed esplorazioni
  • Laboratorio di Neo Sabir, creazione a bordo di un linguaggio misto, Pidgin, fatto di parole che ogni partecipante crede sensato insegnare agli altri o acquisire nel proprio vocabolario
  • Creazione di un vocabolario Pidgin di bordo in cui vengono inserite tutte le parole ed espressioni che compongono il neo sabir
  • Sensibilità per temi ambientali (sostenibilità, rispetto per l’ambiente, risparmio delle risorse)
  • Conclusione del laboratorio con un breve racconto

 

Itinerari del progetto

Per il primo anno le navigazioni si svolgeranno intorno alla Sicilia, isole minori comprese, e saranno svolte in due turni:

  • da Palermo a Siracusa: Palermo, S. Vito, isole Egadi, Mazara, Lampedusa, Agrigento, Sciacca, Licata, Capo Passero, Siracusa
  • da Siracusa a Palermo: Siracusa, Augusta, Catania, Reggio Calabria/Messina, Isole Eolie, Cefalù, Ustica, Palermo

 

Maggiori informazioni 

Per maggiori dettagli sul progetto scarica il BANDO.

 

Guida alla candidatura

Per partecipare a questo progetto invia la tua candidatura tramite il form arancione sottostante

 

 

Scadenza 

Non indicata

 

  •