Scambi Culturali

Training course in Romania sul teatro come strumento di integrazione dei migranti dal 6 al 13 marzo 2020

Redazione

Se sei alla ricerca di un’esperienza dall’alto valore formativo, non perdere l’occasione di partire per questo Training course in Romania sul teatro come strumento di integrazione dei migranti dal 6 al 13 marzo 2020

 

Causa rinuncia, cercasi 2 partecipanti! Vi ricordiamo che, causa emergenza Coronavirus, alcuni Stati e quindi alcune compagnie aree hanno deciso di cancellare o di ridurre i voli da e per l’Italia. Il progetto in questione rimane aperto su comunicazione degli stessi partner. Siamo però spiacenti di non poter considerare candidature di ragazz* provenienti da località italiane della Lombardia e del Veneto (a tutela anche degli stessi partecipanti che sarebbero costretti a sottoporsi ad isolamento forzato e potrebbero non poter ricevere rimborsi)

 

Dove: Sfântu Gheorghe, Romania

 

 

Titolo del progetto: Triple I – II Fase

Quando: dal 6 al 13 marzo 2020

 

Destinatari: 4 partecipanti over 18

Paesi partner: Moldavia, Italia, Ucraina, Georgia, Serbia, Ungheria, Romania, Inghilterra

 

 

Descrizione del progetto

L’associazione Scambieuropei è alla ricerca di giovani interessati a prendere parte a questo stimolante training course nella bella città di Manchester dal 6 al 13 marzo 2020.

 

Il progetto è pensato per promuovere il teatro come strumento creativo ed innovativo di educazione dei giovani e come mezzo per promuovere l’inclusione di rifugiati, immigrati, minoranze etniche e sfollati.

 

Tema del progetto

La migrazione europea, e non solo quella Europea, è in costante crescita. Il mondo attuale deve necessariamente affrontale tale sfida sia per creare percorsi di integrazione a vantaggio di tutti sia per contenere la diffusione di manifestazioni e sentimenti d’odio, che vanno dall’antisemitismo al razzismo, dalla xenofobia alla crescita di stereotipi e pregiudizi verso minoranze etniche che producono solo paura e rischiano di sfociare in forme di violenza fisica e psicologica

 

Nonostante i risultati finora raggiunti, in particolare grazie al contributo di singoli e di associazioni no profit impegnate a tutelare i diritti umani e a combattere la discriminazione, tanto è ancora il lavoro da fare. Il corso di formazione punta quindi a coinvolgere i giovani in percorsi ed attività che li rendano più consapevoli del problema e che li trasformi in soggetti attivi del cambiamento e moltiplicatori di idee di pace e cittadinanza europea

 

 

Obiettivi del progetto

Gli obiettivi del corso di formazione sono:

  • Far sì che i giovani sviluppino un’opinione critica verso la questione dell’immigrazione e si facciano portavoce delle sfide legate all’integrazione.
  • Individuare le cause profonde e i meccanismi che possono aiutare a prevenire i pregiudizi e l’esclusione sociale, in particolare delle minorante etniche e dei rifugiati
  • Promuovere principi di tolleranza e comprensione reciproca
  • Aiutare i partecipanti a sviluppare nuove abilità e competenze, utilizzando metodi innovativi come Labyrinth Theatre e Forum Theatre ed avviare progetti locali ed europei per la gioventù a sostegno dell’integrazione di rifugiati, migranti e minoranze etniche
  • Creare una biblioteca online per la diffusione dei risultati del progetto
  • Costruire una rete internazionale di organizzazioni giovanili a sostegno dell‘inclusione sociale 

 

Metodologia

Il progetto si basa su metodi di educazione non formale, educazione ai diritti umani ed educazione all’apprendimento interculturale. Il metodo principale utilizzato durante il progetto sarà quello Labyrinth e Forum Theater.

 

Le sessioni saranno condotte utilizzando strumenti interattivi e partecipativi: riflessione individuale, lavoro in gruppo, lezioni interattive, casi di studio, condivisione di esperienze, studi sul campo, dibattiti, mappatura delle comunità, world café, attività di team building, visite di studio, ecc.

 

Destinatari

  • Operatori giovanili e leader giovanili che lavorano direttamente con i giovani, in particolare rifugiati, migranti, appartenenti a minoranze etniche e sfollati e/o giovani interessati a lavorare nel settore o che hanno qualche esperienza in materia (di studio o volontariato)
  • Pronto a prendere parte all’intero corso di formazione;
  • Essere in grado di comunicare la lingua inglese
  • Essere maggiorenni 

 

NOTA BENE: In alcuni casi, previa approvazione dei partner, è possibile arrivare fino a 1/2 giorni prima e ripartire fino a 1/2 giorni dopo. Nei giorni fuori dal progetti, e pensati per fare del turismo, i costi vivi (vitto-alloggio) saranno a carico dei partecipanti. I voli A/R saranno comunque rimborsati a fine progetto secondo le regole Erasmus +

 

Maggiori informazioni

COSA SONO GLI SCAMBI CULTURALI/TRAINING COURSE

 

 

I giovani che partecipano allo scambio potranno richiedere il Certificato Youthpass

 

Segui le esperienze di chi è partito su INSTAGRAM

 

Condizioni economiche

  • Vitto (colazione-pranzo e cena) e alloggio sono coperti al 100% dall’associazione ospitante
  • trasporti (sia per scambio che apv) verranno rimborsati a fine progetto su un massimale di 275 euro. Spese superiori saranno a carico dei partecipanti

 

NOTA BENE. La quota progetto si riferisce al contributo di partecipazione, che serve per coprire spese gestionali e amministrative relative alla durata totale del progetto, il processo di selezione, formazione pre-partenza, coordinamento del gruppo, supporto durante e dopo la mobilità.

 

Nota Bene: La quota va pagata solo se selezionati.

 

 

Il progetto è co-finanziato dal programma Erasmus Plus della Commissione Europea.

 

Guida alla candidatura

Per candidarsi inviare cv in italiano o inglese e lettera motivazionale in inglese a tesseramentoscambieuropei@gmail.com . Candidarsi SOLO se realmente intenzionati a partire e se in linea con i requisiti richiesti

 

Inserire nell’oggetto della mail: Candidatura Romania Triple I – II Fase

 

Nota bene: La scrittura della motivation letter, nell’application form, deve rispecchiare la vostra curiosità in merito al tema trattato e preferibilmente sottolineare esperienze pregresse e/o volontà a lavorare nel campo trattato. Inutile scrivere motivation letters in cui si sottolinea la volontà di voler partire perché il progetto si terrà in un determinato luogo o perché si vuole migliorare la lingua inglese

 

Scadenza

il prima possibile

 

  • 
  •