Magazine

Samhain: la notte di Halloween nella tradizione celtica e irlandese

samhain la notte di halloween
Redazione

La notte di Halloween, o di Ognissanti, è ampiamente riconosciuta oggi come originata in Irlanda coi Celti. Si crede che sia un’evoluzione della festa pagana di Samhain

 

 

Samhain era una delle quattro feste gaeliche pre-cristiane. Si teneva ogni anno in onore della fine del raccolto e dell’arrivo dell’inverno proprio la notte di Halloween (odierna): il 31 ottobre.

 

Questa festa aveva un’importante collegamento con il culto dei morti e dell’aldilà, motivo per cui in epoca cristiana è stata associata alla notte di Ognissanti.

 

 

Samhain e i celti

 

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Celtic & Scandinavian (@celts.norse) in data:

 

I Celti arrivarono per la prima volta in Irlanda intorno all’anno 500 a.C., portando con sé una cultura e una lingua che si diffusero in tutto il paese.

 

Come le altre tre feste stagionali, Samhain era estremamente importante nella cultura celtica.

 

Presso la collina di Tara, un luogo ritenuto sacro dai celti, venne costruita una “tomba di passaggio” – tra il mondo dei vivi e quello dei morti – la cui posizione è allineata con quella dell’alba di Samhain.

 

collina di tara irlanda

 

Si diceva anche che alcuni eventi importanti della mitologia irlandese antica fossero avvenuti in quella data (la notte di Halloween, per noi), come il primo incontro tra il mitico guerriero-cacciatore Fionn MacCumhail e il Re di Tara.

 

 

LEGGI ANCHE: 10 Simboli celtici e il loro significato

 

 

Le celebrazioni della festa di Samhain

la notte di halloween samhain

 

A causa di come funzionava il calendario celtico – le giornate cominciavano al tramonto – Samhain durava dal tramonto del 31 ottobre al tramonto del 1 ° novembre.

 

Secondo la tradizione, in questo momento dell’anno il confine tra il mondo dei vivi e il cosiddetto “mondo ultraterreno” era meno rigido.

 

I familiari defunti venivano invitati a cenare insieme ai viventi alle feste di Samhain, preparando per loro un posto in più a tavola. I falò erano accesi.

 

Gli spiriti, o aos sí, venivano accolti e soddisfatti, e le persone offrivano loro cibo e bevande per assicurarsi un inverno buono e sicuro.

 

Si ritiene che la tradizione della notte di Halloween di “dolcetto o scherzetto” sia nata proprio da questa credenza, quando le persone, travestite da anime morte, iniziarono ad andare di porta di porta a chiedere offerte.

 

Durante la festa di Samhain si giocavano anche giochi con noci e mele.

 

 

Il cristianesimo e la notte di Halloween

halloween e il cristianesimo

 

Quando il primo cristianesimo arrivò in Irlanda intorno al 400 d.C., portò con sé un’ondata di cambiamenti culturali.

 

Nel corso del tempo, con l’adozione sempre più diffusa delle tradizioni cristiane, la festa gaelica di Samhain si è fusa con le celebrazioni cristiane del giorno di Ognissanti, per formare quello che ora chiamiamo Halloween. 

 

Oggi, la notte di Halloween segna la vigilia di Ognissanti, una festa cristiana occidentale dedicata al ricordo dei morti.

 

Le somiglianze tra questa e il Samhain sono considerevoli, anche se alcuni credono che Halloween sia una creazione interamente cristiana. La festa, oggi, viene considerata un evento laico.

 

 

LEGGI ANCHE: Simboli di Halloween: origine e significato moderno

 

 

Fonte: The Culture Trip

 

 

  • 
  •