Magazine

Road trip in Italia: 6 itinerari da non perdere

Redazione

Road Trip con Lonely Planet: alla scoperta dei 6 itinerari italiani da non perdere

 

La Lonely Planet, casa editrice australiana, tra le più famose nonché migliori al mondo per quanto concerne le guide turistiche, ha stilato una lista dei più bei itinerari italiani.

 

 

L’Italia, si sa, offre tra i più bei paesaggi ed ogni suo angolo è caratteristico, rappresentando l’unicità del Belpaese.

 

In questo articolo andremo a scoprire sei classici viaggi su strada, che vanno dalle dolci gite toscane alle avventure in montagna da far rizzare i capelli. Se sei curioso/a di scoprirle assieme a noi, continua a leggere!

 

 

  • Un assaggio della Toscana

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da IG_TUSCANY_ (@ig_tuscany_)

 

Attraversando due delle grandi città medievali italiane, i tesori del vino del Chianti e il classico paesaggio toscano, questo percorso di due giorni porta da Firenze a Orvieto nella vicina regione dell’Umbria.

 

Durante la strada da percorrere potrai ammirare le belle arti e l’architettura rinascimentale a Firenze prima di dirigerti a sud verso la regione vinicola del Chianti. Qui devi assolutamente fermarti per una degustazione all’Enoteca Falorni a Greve e per assaggiare la celebre bistecca della regione presso L’Antica Macelleria Cecchini a Panzano.

 

Da qui, segui le strade secondarie per Siena, una splendida città medievale centrata su un maestoso Duomo e una piazza del XII secolo, Piazza del Campo. Potresti pernottare alla Pensione Palazzo Ravizza e la mattina successiva andare a Montalcino per fare scorta di Brunello di Montalcino, uno dei vini rossi italiani più amati. A breve distanza in auto a est, la Val d’Orcia offre i paesaggi toscani per eccellenza con le sue ondeggianti colline verdi, i cipressi e le città collinari. Puoi fermarti per un pranzo a Pienza, poi proseguire per Montepulciano, verso Orvieto, suggestiva cittadina collinare famosa per il suo notevole Duomo gotico.

 

 

 

  • I tesori barocchi della Sicilia

 

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da IG ⊕ SIRACUSA (@igsiracusa)

 

Qui si tratta proprio di una caccia ai tesori barocchi elencati dall’UNESCO nell’aspro sud-est della Sicilia.

Inizia esplorando il grandioso centro storico di Catania e il brillante mercato del pesce. Prendi poi la strada e dirigiti a Siracusa, dove potrai esplorare le antiche rovine del Parco Archeologico della Neapolis e passeggiare nelle eleganti strade barocche di Ortigia. Qui puoi pernottare presso l’elegante Hotel Gutkowski.

 

Prosegui poi per Noto, sede di quella che è probabilmente la strada più bella della Sicilia: Corso Vittorio Emanuele. Dopo aver digerito questo capolavoro di design urbano, dirigiti verso Modica, una vivace città incuneata in un profondo canyon, dove potrai far scorta del famoso cioccolato. Da qui puoi dirigerti attraverso l’entroterra roccioso fino a Ragusa e al bellissimo centro storico noto come Ragusa Ibla. Per concludere in bellezza il viaggio, concediti una cena al Ristorante Duomo, uno dei migliori ristoranti della Sicilia.

 

 

 

  • La Costiera Amalfitana e le sue viste mozzafiato

 

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da IG AMALFICOAST ® (@ig_amalficoast)

 

Parliamo forse dello scenario costiero più spettacolare d’Italia, che potrai scoprire in questo viaggio a dirotto lungo la Costiera Amalfitana. Da Salerno, principale porta di accesso meridionale alla costa, passa ad ovest verso Vietri sul Mare, cittadina famosa per le sue ceramiche e punto di partenza della vera e propria strada costiera. Da qui la guida diventa più impegnativa man mano che la strada si restringe, le curve si fanno più strette e il panorama diventa sempre più drammatico, affascinante, nonché distraente.

 

Dopo circa 20 km arriverai ad Amalfi, il fulcro principale della costa. Devi assolutamente fermarti per dare un’occhiata alla storica Cattedrale di Sant’Andrea e poi dirigerti verso Ravello sulle colline sopra. Pranza qui, magari al Ristorante Pizzeria Vittoria, e goditi panorami inebrianti dai rigogliosi giardini della città. Successivamente, prosegui verso Positano, una delle città più chic della zona e quasi verticale, dove case colorate e ripide scendono a cascata lungo le ripide colline. Oltre Positano, il percorso conduce anche nell’entroterra, fino a Sorrento, un vivace punto turistico dominato dalla massa oscura e minacciosa del Miunt Vesuvio.

 

 

 

  • Le ville da cartolina del Lago di Como

 

Circondato da vette alpine e colline boscose, il Lago di Como è il più pittoresco dei laghi settentrionali d’Italia. Questo piacevole viaggio comprende eleganti ville in stile art nouveau e lussureggianti giardini sul lungomare.  L’ideale è andarci ad aprile e maggio, quando l’area è inondata di colori primaverili e l’esperienza viene resa ancora più suggestiva dai colori e dal bel tempo.

 

L’ovvio punto di partenza è la stessa città di Como. Dopo aver esplorato l’affascinante centro storico e la vicina Villa Olmo, prendi la strada in picchiata fino a Bellagio. Fermati in questo incantevole villaggio in riva al lago per esplorare i terreni della neoclassica Villa Melzi d’Eril e pranzo alla Terrazza Barchetta. Sali poi su un traghetto per Tremezzo, sede della seicentesca Villa Carlotta e dei suoi spettacolari giardini. Tornati a Bellagio, riprendi l’auto e dirigiti a sud-est, seguendo la strada panoramica sul lungolago che scende fino a Lecco e prosegue nella storica Bergamo, dove potrete riposarvi all’Hotel Piazza Vecchia.

 

 

 

  • La Grande Strada delle Dolomiti

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Dolomiti (@dolomites)

 

La Grande Strada delle Dolomiti offre alcuni dei percorsi di guida più entusiasmanti d’Italia. Correndo da Bolzano a Cortina d’Ampezzo, vanta uno scenario superbo mentre serpeggia tra cime scoscese a denti di sega e alti passi di montagna.

 

Da Bolzano, dirigiti a est verso Ponte Nova, dove potrai ammirare per la prima volta le imponenti cime granitiche delle Dolomiti. Prosegui per la Val di Fassa, magnifica valle incorniciata da pendii boscosi e gigantesche cime rocciose, e fino ai 2239 m del Passo Pordoi. La discesa da qui è lenta ma vieni ricompensato da panorami mozzafiato mentre scendi a La Villa nella spettacolare Val Badia. Questo è un vero paese sportivo, che offre un superbo sci invernale e meravigliose escursioni estive. Da qui potresti spingere direttamente a Cortina d’Ampezzo, la località super chic e famosa, che segna la fine della strada, ma per un viaggio più rilassato puoi fermarti per la notte al Dolomit B&B.

 

 

 

  • Una fuga nelle terre selvagge dell’Abruzzo

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Stefano Sponta (@stefanosponta)

 

A poco più di un’ora di auto a est di Roma, la regione dell’Abruzzo è un mondo a parte dalla grande città, con valli selvagge e deserte e paesaggi montani incontaminati. Dal capoluogo prendi l’autostrada A24 fino a Fonte Cerreto, da dove sali a tornanti fino a Campo Imperatore, un altopiano dominato dalla vetta più alta dell’Appennino, il Corno Grande (2912 m). Prosegui per Santo Stefano di Sessanio, un remoto villaggio semi abbandonato nel Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga. Se viaggi nel fine settimana puoi pranzare qui alla Locanda Sotto gli Archi, altrimenti puoi ritirare le provviste per un picnic in paese.

 

Successivamente prosegui per Sulmona, graziosa cittadina all’ombra del massiccio del Morrone. Famosa per i suoi coriandoli, Sulmona è una buona base per esplorare le aspre distese meridionali della regione, offrendo buoni alloggi presso la Legacy Casa Residencia e riempiendo il cibo in posti come Il Vecchio Muro.

 

 

 

Fonte: lonelyplanet.

 

 


  •