Magazine

Destinazioni alternative: le migliori città sconosciute da visitare

Redazione

Stanco delle solite mete turistiche? Pianifica il tuo prossimo viaggio in una di queste destinazioni alternative e scopri le migliori città sconosciute da visitare!

 

 

Ogni anno, Euromonitor International classifica più di 700 città in 135 paesi, a seconda del loro numero di visitatori. In cima si trovano le maggiori destinazioni, come Bangkok, Londra e New York. Ma, in coda alla lista, c’è tutta una serie di interessanti città inesplorate.

 

Se vuoi prendere le strade meno battute, ecco le migliori destinazioni alternative da visitare nel tuo prossimo viaggio.

 

 

1. Samarcanda, Uzbekistan

Photo credit: Jose Javier Martin Espartosa on Foter.com / CC BY-NC-SA

 

Quest’antica città ha un passato che include la via della seta, Tamerlano e Gengis Kahn. Questa storia è tutt’ora raccontata dagli edifici meravigliosamente conservati di Samarcanda. Gli angusti vicoli sono abbracciati strettamente dalle tradizionali case di argilla e la città risplende delle più grandiose moschee, madrasa e mausolei dell’Asia Centrale.

 

 

2. Bodden Town, Isole Cayman

 

Forse perché le Isole Cayman sono più conosciute per le banche che per le spiagge, questo territorio britannico d’oltremare attrae ben pochi turisti. Eppure, le Isole Cayman hanno molto più da offrire che la possibilità di evadere le tasse.

 

Bisogna evitare la costosa capitale George Town e dirigersi al villaggio di Bodden Town. Qui si trovano un’architettura dall’atmosfera coloniale, pesce fritto e la barriera corallina da esplorare.

 

 

3. Lichinga, Mozambico


Photo credit: USAID Africa on Foter.com

 

Bloccata a 1300 metri su un altopiano polveroso, migliaia di chilometri da qualsiasi luogo. Lichinga è una città dimenticabile nel Nord del Mozambico. Ma è una fantastica base per avventure in alcuni dei paesaggi più audaci del paese.

 

Contornato da montagne di roccia e alberi di baobab di 2000 anni fa, il vastissimo lago Niassa ha sabbia dorata e più di 1000 specie di pesce per fare snorkeling intorno.

 

 

4. Banja Luka, Bosnia ed Erzegovina


Photo credit: Nick Savchenko on Foter.com / CC BY-SA

 

Sempre nel cuore di un tiro alla fune politico tra Bosnia e Serbia, Banja Luka è la capitale della Repubblica Srpska, o Repubblica Serba di Bosnia ed Erzegovina. Questa bella città dell’Europa dell’Est vede pochi visitatori.

 

I viali con file di alberi e le piazze ricche di vegetazione ospitano eleganti ed accoglienti caffè dove riposarsi e scaldarsi dopo una passeggiata in città.

 

 

5. Liepaja, Lettonia


Photo credit: Mesq on Foter.com / CC BY-NC

 

La costa delle Lettonia non è esattamente il primo posto che ti viene in mente quando stai cercando un luogo dove costruire castelli di sabbia e prendere il sole. Ma questa città portuale non soltanto ha una spiaggia bandiera blu di 8 km, ma ospita anche alcuni dei migliori kitesurfer d’Europa.

 

Iconica è anche la sua Cattedrale Ortodossa di San Nicola. Quando cala il sole, poi, bisogna dirigersi verso i magazzini di mattoni rossi lungo il porto e scoprire perché Liepaja sta diventando la capitale baltica della vita notturna.

 

 

6. Surakarta, Indonesia

 

 

Surakarta è spesso tralasciata dai turisti che si recano in Indonesia. Ciò avviene, principalmente, perché non è Bali. Ma questa città storica presenta grandiosi templi e palazzi reali. Si tratta della culla della cultura giavanese, quindi, dopo aver ammirato la strabiliante architettura, ci si può gustare la tradizionale cucina regionale dai venditori ambulanti.

 

 

7. Naypyidaw, Birmania


Photo credit: Utenriksdept on Foter.com / CC BY-ND

 

 

Le elezioni democratiche e le rilassate norme sui visti hanno visto schiere di turisti recarsi in Birmania. Ma non bisogna aspettarsi di trovarne a Naypyidaw: costruita per ordine delle autorità militari con propositi di grandezza, il governo si è trasferito qui nel 2005, ma poche persone l’hanno seguito.

 

Oggi, la città stupisce per il mix di ville lussuose e vasti monumenti con le strade deserte e la grandiosa autostrada che stride con il disastroso sistema stradale nazionale. Per non menzionare, poi, la vista della grandissima pagoda Uppatasanti e dei suoi eleganti interni.

 

 

8. Al-Karak, Giordania


Photo credit: archer10 (Dennis) 140M Views on Foter.com / CC BY-SA

 

 

L’instabilità regionale non ha turbato la Giordania, ma ha turbato il suo numero di visitatore. Ciò significa che è possibile visitare Petra, Wadi Rum e Al-Karak senza le usuali folle.

 

Al-Karak ha uno dei maggiori e meglio conservati castello dei crociati nel mondo. Costruito su sette livelli, si possono esplorare la guardina e la caserma e farsi un’idea di come fosse la vita dentro a questa fortezza quando l’assedio di Saladino è arrivato fuori dalla porta.

 

 

9. Rotorua, Nuova Zelanda 


Photo credit: howderfamily.com on Foter.com / CC BY-NC-SA

 

Rotorua si trova sulla lista in quanto le statistiche tengono conto soltanto dei visitatori internazionali e la Nuova Zelanda è molto lontana dalla maggior parte del mondo. Ma i neozelandesi amano Rotorua. Qui si trovano il villaggio maori di Tamaki, un paesaggio vulcanico e geyser da esplorare.

 

 

10. Concepción, Cile

 

Questa è veramente la città meno visitata al mondo. Si tratta di una località isolata, situata alla fine di una ramo dell’Autostrada Panamericana, dove i grattacieli dominano il paesaggio.

 

In ogni caso, la seconda città del Cile vanta una popolazione di studenti famosa per danzare salsa fino alle ore piccole, così come stupefacenti spiagge di sabbia nera dove il Bio Bio incontra le onde del Pacifico.

 

 

 

 

Fonte: Roughguides

 

 

  • 
  •