Magazine

Leggende nordiche: miti e racconti degli dei norreni

nave vichinga
Redazione

Le leggende nordiche narrano della nascita del cosmo, delle avventure degli dei vichinghi e di come finirà il mondo, il giorno di Ragnarok

 

Con queste leggende nordiche potrai conoscere più da vicino la mitologia vichinga e scoprire il mito della creazione, l’origine del martello di Thor e la terribile punizione inflitta a Loki per aver scatenato l’ira degli dei.

 

La creazione 

leggende nordiche cosmo

Photo by Dan Russo on Unsplash

 

Prima dell’inizio non c’era niente… solo il mondo delle nebbie, informe e senza contorni (Niflheim), e il mondo del fuoco, sempre in fiamme (Muspell)” (Neil Gaiman). In mezzo a questi due mondi stava un vuoto cosmico, detto Ginnungagap. Dall’incontro di fuoco e ghiaccio, in questo vuoto nacque Ymir, l’antenato dei giganti, e da loro discese Odino, che creò il mondo insieme ai fratelli Vili e Ve, uccidendo Ymir.

 

Con la carne di Ymir venne creata la terra, la sabbia e i sassi coi suoi denti. Le nuvole sono ciò che rimane del suo cervello, mentre le stelle, le comete e i pianeti che si vedono nel cielo notturno sono scintille del fuoco di Muspell.

 

Secondo le leggende nordiche, il mondo è un disco piatto circondato dal mare. Ai confini del mondo vivono i giganti, negli abissi del mare. Odino, Vili e Ve crearono anche il primo uomo e la prima donna, intagliando dei ceppi di legno e soffiando in loro la vita e la volontà. Dal frassino nacque il primo uomo, Ask, e dall’olmo la prima donna, Embla.

 

 

Il martello di Thor

leggende nordiche martello di thor

 

Una notte, Loki decise di fare uno scherzo a Thor e sua moglie Sif, strappandole tutti i capelli. Per rimediare all’ira di Thor, gli promise poi che avrebbe chiesto ai nani di fabbricare dei nuovi capelli per Sif.

 

Sappiamo, però, com’è fatto Loki: al posto di chiedere semplicemente una parrucca magica per Sif, lanciò una sfida tra i migliori artigiani dei nani per creare degli inestimabili tesori, che sarebbero stati giudicati dagli dei. Fu così che i nani Brokk e Eitri crearono il martello di Thor, in grado cambiare dimensione, colpire ogni bersaglio e tornare sempre nelle mani del dio del tuono.

 

Quando Thor applaudì per l’entusiasmo, si sentì tuonare in tutta Asgard.

 

 

La punizione di Loki

punizione di loki

“Loki” by Mårten Eskil Winge (1890)

 

Il più grande crimine di Loki fu quello di escogitare la morte di Balder, figlio di Odino amato da tutti, e impedire che potesse essere resuscitato. Dando libero sfogo a tutto il suo odio, cominciò a calunniare e sfidare gli dei in ogni occasione. Alla fine, gli dei decisero che il suo abuso aveva superato ogni limite e che Loki andava punito.

 

Catturatolo, lo portarono in fondo a una grotta profonda, dove vide la moglie e i suoi figli. Gli dei trasformarono uno dei figli di Loki in un lupo affamato, che sventrò il fratello e scomparve. Con le interiora del figlio ucciso, gli dei legarono Loki a dei massi, e le budella si trasformarono in catene indistruttibili. A quel punto, misero un serpente velenoso su di una roccia esattamente sopra la testa di Loki. Il veleno del serpente, gocciolando, gli ustionava il viso e gli occhi.

 

La moglie di Loki non venne punita. Fu lasciata libera, e lei scelse di rimanere accanto al marito, a raccogliere il veleno del serpente con un catino. Le leggende nordiche dicono che ancora oggi Loki è imprigionato nelle profondità della terra, e che quando la moglie si allontana per svuotare il catino, colmo di veleno, le gocce che cadono dalle zanne del serpente continuano a ustionare Loki, il quale si scuote e fa tremare la terra. Quando questo succede, noi diciamo che c’è stato un terremoto.

 

 

Cose da sapere sulle leggende nordiche:

leggende nordiche

Photo by Liliya Lisa on Unsplash

 

Prima dell’avvento del cristianesimo, la cultura vichinga era prevalentemente orale. Tutti i documenti pervenuti fino a noi che raccontano la mitologia e le leggende nordiche, quindi, sono stati scritti durante la cristianizzazione, o anche dopo.

 

Di conseguenza, potrebbero allontanarsi in qualche modo dai miti “originali” che i primi vichinghi si raccontavano intorno al fuoco, ma questo è un limite che ritroviamo anche quando cerchiamo di studiare altre culture antiche.

 

Un’altra cosa da sapere sulle leggende nordiche è che la cronologia dei miti vichinghi non è ben definita. Esistono solo un punto di inizio (la creazione del mondo) e di fine, che i vichinghi chiamavano Ragnarok. Per tutto il resto, non sappiamo esattamente cosa avvenga prima e cosa dopo, forse perché persino per i vichinghi questo dettaglio non era importante.

 

Per saperne di più sulle leggende nordiche

I miti e le leggende nordiche sono troppo numerosi per essere raccolti in un singolo articolo. Ti abbiamo proposto tre storie affascinanti, ma se vuoi leggerne di più e approfondire la tua conoscenza di questo mondo antico, ti consigliamo il libro Miti del Nord di Neil Gaiman.

 

 

La Scandinavia ti affascina?

Potrebbero interessarti una guida vichinga per un viaggio in Norvegia e delle curiosità sulla Norvegia e sulla Danimarca

 

 

FonteNorse Mythology for Smart People

 

  • 
  •