Magazine

Le 10 cose strane da fare a Parigi: una guida alternativa

Redazione

 

Tutti i turisti si dirigono verso la Tour Eiffel e il Louvre, ma cosa fare e dove andare una volta che la città la si conosce già? Ecco una guida alternativa alle 10 cose strane da fare a Parigi.

 

 

1. Esplora la Parigi più autentica presso Ile Saint-Louis

 

Ile Saint-Louis è considerata da tanti uno degli angoli più romantici della città: questa isola naturale sulla Senna, non lontana dall’ Ile de la Citè, in qualche modo sembra infatti distaccata dal resto della città, brulicante di turisti.

E’ un luogo silenzioso, pacifico, in cui si allineano boutique indipendenti, negozi di formaggi, erboristerie e panetterie: l’isola,  più che qualsiasi altro luogo nel centro della città, ha mantenuto l’atmosfera elitaria e tipicamente autentica parigina.

 

 

2. Dai uno sguardo diverso alla città con L’Alternative Urbaine

 

Nel nostro post precedente sulle 10 cose strane da fare a Londra vi abbiamo parlato degli Unseen Tour, il progetto di un’organizzazione locale che offre tour della città guidati da persone senzatetto: anche a Parigi si può fare la stessa cosa.

L’Alternative Urbaine è un’associazione che offre ai turisti dei tour alternativi di Parigi, accompagnati da persone senza fissa dimora: un’occasione per chi è in visita, ma anche per chi a Parigi ci vive, di scoprire una Parigi autentica e insolita, attraverso lo sguardo di chi le strade le vive ogni giorno.

Al tempo stesso questa è un’occasione per aiutare l’inclusione sociale di queste persone.

 

 

3. Visita il Cimitero degli animali domestici

 

Non è poi così strano fare una passeggiata in un cimitero, specialmente quando i cimiteri sono così ben tenuti ed immersi nel verde quale il celebre Père Lachaise, ma se ti dicessi che a Parigi esiste un cimitero degli animali domestici?

Il Cimetière des Chiens et Autres Animaux Domestiques si trova appena fuori città, ad Asnières-sur-Seine, raggiungibile in 25 minuti in metro.

Gli amanti degli animali adoreranno passeggiare nel parco pieno di statue ed abitato da una colonia di gatti (vivi!).

 

 

4. Assapora la Parigi più cosmopolita a Belleville

 

Belleville, una volta considerato un quartiere dormitorio per la classe operaia e multietnica, sta diventando poco a poco un quartiere apprezzato e frequentato dai giovani parigini e artisti vari.

Perchè? Beh, i prezzi sono molto più bassi rispetto ai quartieri cool come il Marais,  e l’atmosfera è rilassata e un po’ bohemian: di sicuro vedrai ben pochi turisti qui.

Ci si può sedere al tavolino di un bar e divertirsi a fare “people-watching”, in un quartiere dove veramente è possibile incontrare persone di ogni luogo, religione, etnia e cultura, oppure cercare qualche ingrediente sconosciuto in uno dei tanti supermercati africani e asiatici.

 

 

5. Prendi il sole alla Paris Plage

 

Aspetta, una spiaggia a Parigi? Sì, esiste!

Non ti aspettare una spiaggia stile Maldive, ma la sabbia e gli ombrelloni ci sono, e se capiti a Parigi in una calda giornata estiva Paris Plage può essere una buona alternativa ad un parco per un pomeriggio di relax.

 

 

6. Scova qualche tesoro al Mercato delle Pulci di Saint-Ouen

 

Aperto dal sabato al lunedì, il Marché aux puces de Saint-Ouen è il mercato delle pulci più grande di Parigi.

Qui troverai ogni genere di articoli, piccoli tesori vintage e tanta paccottiglia, e il mercato di Saint-Ouen ti conquisterà anche se non sei un patito del vintage.

Un consiglio: se vuoi comprare qualcosa prova a contrattare, spesso funziona.

 

 

7. Vivi la Parigi bohemien a Le Comptoir General

 

Nel 10° arrondissement, sulle rive del Canal Saint-Martin, sorge un luogo che non è un museo, non è un bar, un ristorante o un salone di parruccheri, ma è un mix di tutte queste cose.

Le Comptoir General è un luogo dall’atmosfera shabby-chic, dove sono soliti riunirsi gli hipster, i boho-chic ma anche famiglie e giovani di ogni tipo; se passi durante il weekend, non perderti il brunch franco-africano, mentre la sera non arrivare più tardi delle 8 se vuoi evitare la fila, a volta lunga ore.

 

 

8. Rilassati al Parco Buttes-Chaumont

 

Il parco di Buttes-Chaumont non è famoso come altri parchi quali il Jardin des Tuileries, eppure non ha nulla di invidiare a questi.

Ubicato nel 19esimo arrondissement, il parco è molto popolare tra i parigini doc, che vengono qui con gli amici o il partner a fare passeggiate, a fare running, e a godersi le giornate di sole.

Inoltre alla base del Tempio della Sibilla, all’interno del parco, si può godere di una fantastica vista sopra Montmartre e la Basilica del Sacro Cuore.

 

 

9. Vivi un momento romantico presso il Muro dei Ti Amo

 

Ogni turista prima o poi passa da Montmartre: il Sacro Cuore, l’atmosfera romantica di Place du Tertre, i cafè nascosti per le viuzze attirano infatti orde di turisti tutti i giorni.

Non tanti, però, sanno dell’esistenza del Muro dei Ti Amo, che all’interno di un giardinetto a Place des Abbesses offre un’oasi di pace per chi la cerca.

Se sei a Parigi per un viaggio romantico con il tuo innamorato, fermati qui per una foto e un paio di baci.

 

 

10. Prendi il tè presso la Grande Mosquée de Paris

 

La Grande Moschea di Parigi da fuori può sembrare inaccessibile, nascosta dietro mura alte, ma chi si avventura all’interno scopre un altro mondo, in cui non sembra neanche di essere ancora a Parigi.

Siediti a un tavolo e aspetta che un cameriere passi con un vassoio pieno di tazze di tè alla menta così aromatico che sembra venire direttamente dal deserto nord-africano.

Se ti serve del relax in più, all’interno della Moschea trovi anche un hammam turco, che ti garantirà di uscire da lì in uno stato di estasi.

 

 

  • 
  •