Magazine

Le 10 cose strane da fare a Dublino: una guida alternativa

Redazione

E’ facile rimanere affascinati dall’attraente, pazza e colorata Dublino. La capitale Irlandese è un mix di pub vittoriani, edifici moderni e case georgiane. Ecco una guida alternativa alle 10 cose strane da fare a Dublino.

 

 

1. Visita il Museo dei Folletti

 

Sì, è proprio vero: in pieno centro a  Dublino c’è un museo dedicato ai folletti, il National Leprechaun Museum.

Entrare al museo è come entrare in un racconto: le stanze sono organizzate in capitoli, e raccontano le storie e la mitologia riguardanti il mondo dei folletti. I bambini lo adoreranno, ma non solo loro!

Il museo è aperto dal lunedì al sabato 9.30 – 18.30 e la domenica 10.30 – 18.30.

 

 

2. Incontra un dublinese per una pinta… o due!

 

Dublino è sinonimo di pinte di birra,e sappiamo tutti che non c’è modo migliore per conoscere una città che visitarla con un abitante del luogo: a Dublino questo è possibile.

Il progetto City of a Thousand Welcomes aiutano a far incontrare turisti e abitanti: ci sono infatti 3000 residenti che non vedono l’ora di incontrarti e mostrarti i migliori pub per bere una birra insieme.

 

 

3. Vai a vedere una partita di calcio gaelico

 

Se ti piace lo sport, non puoi perderti una partita di calcio gaelico o di hockey irlandese.

Questi sono sport che non potrai vedere in nessun altro posto se non in Irlanda!

Per cercare una partita che avvenga durante la tua permanenza a Dublino, controlla sul sito di GAA.

 

4. Partecipa al Gay Bingo al The George

 

Non devi per forza essere gay per divertirti come un pazzo al Gay Bingo, che viene riproposto ogni domenica sera al The George sin dal 1997.

Il Sunday Independent ha descritto l’esperienza come un “mix di pantomime, show di drag queen e gioco d’azzardo per principianti”… puoi perdertelo?

Il Gay Bingo al The George è diventato un’istituzione a Dublino, e si possono vivere ricchi premi!

 

 

5. Vai in spiaggia a Dollymount Beach

 

La spiaggia di Dollymount a Clontarf è la spiaggia ideale per una lunga passeggiata domenicale seguita da un picnic.

Si estende infatti per 5 km, e può vantare una bellissima vista sulla baia di Dublino, Howth Head e Dun Laoghaire.

Se non ti va di camminare, puoi sempre passare un paio d’ore a guardare i kite surfer che fanno acrobazie quando il vento è giusto.

 

6. Scopri la storia degli ebrei irlandesi all’ Irish Jewish Museum

 

Ti chiederai il motivo dell’esistenza di un museo ebraico in Irlanda, quando il numero della popolazione ebraica nel paese sfiora appena i 1000 abitanti: ebbene, la storia dell’Irlanda è molto affascinante!

L’ Irish Jewish Museum si trova all’interno della Sinagoga di Walworth Road, che una volta era il cuore pulsante di questo quartiere ebraico che veniva appunto chiamato “Piccola Gerusalemme”.
L’area in passato era infatti piena di macellerie kosher, panetterie ebraiche, librerie che vendevano solo libri in ebraico…

Il museo non è in centro, ma basta prendere il bus 16, 9 o 68 e scendere a St Kevin’s Church.

 

7. Fai un picnic ai Giardini Botanici

 

Nonostante sia ubicato a 3 km a nord dal centro città, vale la pena visitare i  National Botanic Gardens, facilmente raggiungibili con l’autobus; altrimenti, se ti piace camminare, il museo si trova a mezz’ora di passeggiata.

I giardini botanici sono un’oasi di pace e bellezza, e l’entrata è gratuita. E’ un luogo fantastico dove andare d’estate a fare un picnic: attneti solo agli scoiattoli che vi circonderanno per rubarvi il cibo!

 

 

8. Vai alla ricerca di case infestate da fantasmi

Se stai cercando un tour guidato fuori dagli schemi, scegli il tour chiamato The Hellfire Club di Hidden Dublin Walks.

Dimenticati i classici tour noiosi pieni di date e nomi, questo ti porterà sulle Dublin Mountains in un vecchio rifugio di caccia che si dice sia infestato da fantasmi e venisse utilizzato per riti satanici… solo per i più intrepidi!

 

 

9. Cammina fino al faro di Poolbeg

Un’idea per una camminata?

Costeggia il Great South Wall, la diga marittima che si estende da Ringsend per 4 km : quando fu costruita nel 1795 era la diga marittima più lunga al mondo, e ancora oggi è una delle più lunghe in Europa.

Ma la vera chicca si trova alla fine della passeggiata, quando si raggiunge il Poolbeg Lighthouse, un faro di cui pochi conoscono l’esistenza!

 

 

10. Visita la tomba di San Valentino

 

Neppure i Dublinesi lo sanno, ma i resti del famoso San Valentino sono conservati in una chiesa su Whitefriar Street.

La storia di come ci siano arrivati è molto interessante: sembra che il prete irlandese John Spratt sia andato al Vaticano e sia riuscito a farsi dare i resti dal Papa come regalo. Le ossa arrivarono a Dublino nel 1836 e Spratt li mise in una cantina dove rimasero fino al 1950, anno in cui ricevettero la degna sepoltura in Whitefriar Street.

E’ una tradizione per le coppie visitare la chiesa e chiedere a Valentino di proteggere loro o la loro relazione.

 

 

  •