Magazine

Io non respiro: Società, Stato e cittadino ai tempi del Covid-19

Redazione

Tre appuntamenti intensi e notevolmente interessanti caratterizzeranno l’inedita IX edizione del Festival per la Legalità, “Io non respiro. Società, Stato e Cittadini ai tempi del Covid-19”, per il suo svolgimento prettamente virtuale attraverso la diretta Facebook sulla pagina “Festival per la Legalità” e il correlato live stream sul canale YouTube.

 

La kermesse è stata organizzata dall’omonima associazione “Festival per la Legalità” di Terlizzi (Bari), in partnership con Libera e Unpli (Unione Nazionale Pro Loco d’Italia).

 

 

Al primo appuntamento di sabato 4 luglio prenderanno parte tre superospiti di eccezione che si focalizzeranno sul noto “caso Cucchi”, ovvero Ilaria Cucchi, Fabio Anselmo e Daniela Marcone.

 

A raccontarci l’intricata vicenda umana e processuale sarà Ilaria Cucchi, sorella di Stefano, giovane morto a soli 31 anni, il 22 ottobre 2009, mentre il giovane era sottoposto a custodia cautelare.

Ilaria, sin dal decesso del compianto fratello, si è fatta promotrice di una vera e propria campagna indagatrice alla ricerca di un’atroce verità.

 

Una donna determinata a far luce sulle zone d’ombra della giustizia che sarà affiancata durante l’incontro web da Fabio Anselmo, legale della famiglia Cucchi.

 

Ad apportare il suo contributo ci sarà anche Daniela Marcone, vicepresidente di Libera.

 

Giovedì 9 luglio è la volta di Giovanni Moro e Rocco D’Ambrosio che affronteranno il tema della cittadinanza attiva quale volano di inclusione sociale.

 

Giovanni Moro è sociologo e politico che presenterà il suo ultimo libro “Cittadinanza” (ed. Mondadori Università) il quale analizza il fenomeno della cittadinanza democratica partendo da tre fondamentali componenti: l’appartenenza come status e identità; la correlazione fra diritti e doveri; infine, la partecipazione.

 

Nella sua dissertazione sarà affiancato da Rocco D’Ambrosio, presbitero, politologo presso l’Università Gregoriana, nonché giornalista impegnato nella formazione dell’impegno sociale e politico.

 

Da ultimo, lunedì 13 luglio, interverrà Paolo Borrometi, giornalista e scrittore di origini siciliane, che vive sotto scorta, poiché nel corso degli anni ha subito numerose minacce da parte di esponenti mafiosi per via della sua instancabile attività d’inchiesta.

 

È vicedirettore dell’Agenzia Giornalistica Italiana (AGI), oltre a ricoprire l’incarico di consigliere della Federazione Nazionale della Stampa. È, inoltre, presidente di Articolo 21.

 

Il nostro Festival è anche un’opportunità di formazione. Pertanto per chi volesse ricevere gratuitamente l’attestato di partecipazione può compilare questo form.

 

La conferenza stampa, tenutasi Sabato 20 giugno, può essere riascoltata sulla Pagina Facebook del Festival.

 

E’ possibile visitare il sito https://www.festivalperlalegalita.it/ per le info sull’associazione e sulle precedenti edizioni del Festival.

 

  • 
  •