Magazine

Halloween nel mondo: le 5 tradizioni più particolari

halloween nel mondo
Redazione

Come si celebra Halloween nel mondo? Scopri i modi più strani di festeggiare la notte più spaventosa dell’anno!


Siamo abituati alla tradizione americana delle maschere spaventose e delle zucche intagliate ma vedremo insieme che la festa di Halloween non è celebrata allo stesso modo nel mondo.

La festa di Halloween prende le proprie radici da una celebrazione pagana celtica di nome Samhain, che si tiene tradizionalmente tra l’equinozio d’autunno e il solstizio d’inverno.

La tradizione narra che durante questo tempo di transizione gli spiriti si alzassero e vagassero per la terra. Per scongiurarli, i Celti accendevano falò e indossavano costumi spaventosi.


Dopo che papa Gregorio III (VIII secolo) dedicò il primo Novembre a onorare i Santi, le tradizioni di Samhain divennero le festività di Ognissanti e la notte precedente divenne nota come All Hallows’ Eve (in seguito Halloween).


Le modalità di festeggiamento cambiarono dopo che gli immigrati irlandesi portarono la tradizione negli U.S.A.

Da quel momento, infatti, la festa di Halloween è caratterizzata da costumi, caramelle, zucche e immagini spettrali che incutono timore.


Ma ogni Paese ha le proprie tradizioni e anche la festa di Halloween nel mondo non è la stessa.


Ecco 5 Stati che festeggiano in modo particolare questa ricorrenza!



Halloween nel mondo: Irlanda

La festa di Halloween è molto sentita in Irlanda, perché qui affondano le sue origini celtiche.

Molti sono i punti di contatto con i festeggiamenti americani: i bambini intagliano le zucche, fanno trick or treat, si travestono. Nelle città più grandi, invece, i pub organizzano feste anche per adulti.

Tuttavia, alcune tradizioni odierne derivano proprio da Samhain come, ad esempio, i falò che hanno l’intento di allontanare gli spiriti maligni con il fuoco.

Nelle città si svolgono anche manifestazioni pirotecniche e parate carnevalesche.


Halloween nel mondo: Scozia

Le tradizioni scozzesi e irlandesi si assomigliano molto, ma tuttavia in alcuni casi si distinguono.

I bambini oltre alla zucca intagliano anche le rape e uno dei giochi più diffusi è quello di cercare di addentare, senza l’uso delle mani e della vista, alcune focaccine alla ciliegia che penzolano.

I giovani hanno costumi spaventosi e seguono l’antica tradizione del guising: vestiti da spiriti vagano per la città cercando frutta e monete.

Oltre a ciò, gli scozzesi hanno anche una tradizione molto romantica: le coppie gettano una noce nel falò per scoprire come andrà il loro matrimonio. Se la noce si apre silenziosamente sarà un matrimonio sereno e tranquillo, se scoppietta ed emette dei sibili sarà burrascoso e difficile.



Halloween in Austria

A differenza di quanto letto finora, gli austriaci non festeggiano solo una notte ma una settimana intera: si tratta della Seleenwoche, o Settimana dei Morti, che dura dal 30 Ottobre all’8 Novembre.

I festeggiamenti durante questa settimana sono perlopiù legati alle funzioni religiose ma esiste anche la tradizione di lasciare fuori dalla porta la notte del 31 Ottobre una lanterna con pane e acqua: questi beni sono destinati alle anime erranti che vagano in questo periodo.

In Austria è anche presente la tradizione delle zucche che però non vengono intagliate ma piuttosto coltivate e mangiate.



Halloween nel mondo Giappone

I festeggiamenti di Halloween in Giappone non sono così simili a ciò che siamo abituati: i giapponesi, infatti, onorano i loro morti durante l’Obon Festival che si svolge ogni anno tra Luglio e Agosto. Il 31 Ottobre diventa solo un’occasione per gli adulti di festeggiare e travestirsi. Halloween, inoltre, non è diffusa e festeggiata dai bambini.


Questa festa è arrivata molto tardi in Giappone, quando Disneyland Tokyo ha organizzato un primo evento a tema nel 1997. Da quel momento in poi, gli eventi si sono susseguiti prendendo piede soprattutto nelle grandi città come Tokyo, Osaka e Kanagawa.



halloween nel mondo 2

Italia

I festeggiamenti di Halloween in Italia fondono la tradizione celtica con quella americana. I costumi, il dolcetto o scherzetto e le zucche sono sempre più diffuse, così come le feste a tema nei bar e nei parchi divertimento.

Oltre a ciò, vengono spesso organizzati tour in castelli e catacombe per offrire un’esperienza diversa ma soprattutto paurosa. Da un po’ di anni anche i parchi divertimento come Gardaland addobbano tutto a tema prolungando la chiusura serale delle giostre.

I luoghi migliori in cui passare la notte di Halloween sono Corinaldo (Ancona, Marche) in cui viene organizzata la Festa delle Streghe, Borgo a Mozzano (Lucca, Toscana) dove è presente il cosiddetto Ponte del Diavolo e Triora (Imperia, Liguria), la città in cui si svolsero gli ultimi processi alle streghe durante il Rinascimento.


Fonte:

7 fascinating Halloween traditions around the world