Magazine

Guida Erasmus Plus in italiano

Redazione

 

Con il 2015 è finalmente stato battezzato l’Erasmus Plus. Ma cos’è questo programma?

Molte persone lo scambiano per il vecchio progetto Erasmus, chiedendosi se sia possibile parteciparvi di nuovo, altri ne hanno sentito parlare per la prima volta sola ora, mentre i più sembrano non conoscerne neanche l’esistenza.

 

Vediamo allora che cosa è l’ Erasmus + e come funziona.

 

Cos’è

Erasmus Plus è il programma dell’Unione Europea, valido dal 2014 al 2020, dedicato all’istruzione, alla formazione, alla gioventù e allo sport e aperto a tutti i cittadini europei.

In sostanza non è che un contenitore di tutti quelli che sono i programmi di apprendimento e mobilità offerti dall’UE, che si sono raccolti sotto un unico nome.

 

Questi i sette progetti contenuti:

  • The Lifelong Learning Programme (LLP o Programma di Apprendimento Permanente) ovvero quello che gestiva i progetti Erasmus, Leonardo da Vinci Vet, Placement, Comenius, Grundtvig;
  • Gioventù in Azione, ovvero Scambi Interculturali, Training Course, Servizio Volontario Europeo ecc.;
  • Erasmus Mundus;
  • Tempus;
  • Edulink;
  • Alfa;
  • Programma di cooperazione bilaterale con i paesi industrializzati

 

Verranno inoltre finanziati progetti di cooperazione europea sullo SPORT e in materia di INTEGRAZIONE europea (Programma Jean Monnet).

 

Obiettivi generali

  • Alzare il livello di educazione in Europa, favorire la mobilità e creare più occupazione;
  • Raggiungimento di una cooperazione europea strategica, in ottica del progetto Europa 2020, da un punto di vista educativo;
  • Rendere più semplice il riconoscimento di certificati e attestati a livello europeo (ad esempio Europass, Youthpass, the European Qualifications Framework (EQF),the European Credit Transfer and Accumulation System (ECTS) ) – Sviluppare la dimensione europea dello sport;
  • Promuovere i valori dell’Unione Europea.

 

Struttura

Il programma è diviso in TRE attività chiave, ognuna delle quali rappresenta un diverso settore. (quello che maggiormente interessa ai giovani è l’attività chiave 1; le altre sono rivolte a istituzioni, organizzazioni, associazioni ed enti vari):

 

Attività chiave 1 – Mobilità degli individui ai fini dell’apprendimento (KA1)

Comprende:

  • Mobilità per studenti di istruzione superiore, tirocinanti, giovani e volontari; mobilità dello Staff (in particolare docenti, leader scolastici, operatori giovanili): per compiere esperienze professionali e di apprendimento in un’altra nazione;
  • Garanzia per i prestiti: studenti di istruzione superiore possono chiedere e ricevere un prestito per frequentare un Master o una laurea specialistica all’estero (NEW); – Master congiunti: programmi di studio di alto livello nati dalla cooperazione di Università di diversi paesi (NEW);
  • Scambi di Giovani e servizio Volontario Europeo;

 

Attività chiave 2 – Cooperazione per l’innovazione e le buone pratiche (KA2)

Comprende:

  • Partenariati strategici tra organismi dei settori educazione/formazione o gioventù e altri attori rilevanti; Partenariati su larga scala tra istituti di istruzione e formazione e il mondo del lavoro: per sviluppare iniziative di apprendimento in uno o più settori dedicate ai partecipanti al progetto ( ad esempio Mobilità alunni Comenius, Partenariati scolastici, Comenius Regio)
  • Piattaforme informatiche: gemellaggi elettronici fra scuole eTwinning,
  • Portale europeo per i Giovani (European Youth Portal) e piattaforma per l’educazione degli adulti (EPALE – European Platform for Adult Learning – in fase di realizzazione);
  • Alleanze per la conoscenza e per le abilità settoriali: sempre nel settore dell’educazione, apprendimento, formazione;
  • Cooperazione con Paesi Terzi e Paesi di vicinato: per sviluppare sistemi di modernizzazione e processi di internazionalizzazione.

 

Attività chiave 3 – Riforma delle politiche(KA3)

Comprende:

  • Conoscenza delle politiche europee e nei singoli paesi dei settori educazione, apprendimento e gioventù; – Sostegno all’agenda UE in tema di istruzione, formazione e gioventù mediante il Metodo del Coordinamento Aperto (accordi tra paesi UE);
  • Iniziative di prospetto, strumenti EU per il riconoscimento, disseminazione e valorizzazione, dialogo politico con stakeholders, Paesi Terzi e Organizzazioni Internazionali.

 

In aggiunta

 

Iniziativa Jean Monnet

  • Opportunità per l’insegnamento e la ricerca in ambito interdisciplinare europeo e per rafforzare il dialogo tra mondo accademico e responsabili politici;
  • Collaborazione fra istituti;
  • Opportunità per dibattiti e scambi orientativi;
  • Marchio ad hoc di eccellenza accademica.

 

Azioni nel settore dello sport

  • Progetti di collaborazione transnazionali ad esempio per combattere il doping, promuovere attività sportive amatoriali e introdurre approcci innovativi nel settore;
  • Eventi sportivi europei no profit;
  • Rafforzamento delle conoscenze delle attuali politiche sullo sport attraverso ricerche, raccolta dati e organizzazione di networks e seminari;
  • Dialogo con le parti europee interessate.

 

Chi può partecipare

Per i progetti nel settore dell’istruzione superiore:

  • studenti di istruzione superiore (ciclo breve , primo, secondo o terzo ciclo ),
  • insegnanti e professori,
  • personale degli istituti di istruzione superiore,
  • formatori e professionisti di aziende;

 

Per i progetti nel settore dell’istruzione e della formazione professionale:

  • Tirocinanti, apprendisti e laureati,
  • Professionisti nella formazione professionale ,
  • Personale delle organizzazioni di formazione professionale,
  • Tutor e professionisti in imprese;

 

Per i progetti nel settore dell’istruzione scolastica:

  • Dirigenti scolastici , insegnanti e personale scolastico,
  • Alunni in istruzione primaria e secondaria;

 

Per i progetti nel settore dell’educazione degli adulti:

  • Membri di organizzazioni di educazione degli adulti , formatori , personale e studenti in educazione per adulti;

 

Per i progetti nel settore giovanile:

  • Giovani 13-30,
  • Animatori, personale e membri di organizzazioni attive nel settore della gioventù ;

 

Per i progetti sullo sport:

  • Professionisti e volontari nel settore dello sport
  • Atleti, allenatori.

 

Il programma promuove equità sociale e inclusione facilitando l’accesso a persone in condizioni svantaggiate e con minori opportunità.

 

Nazioni coinvolte

EU –> Belgium, Bulgaria, Czech Republic, Denmark, Germany, Estonia, Ireland, Greece, Spain, France, Croatia, Italy, Cyprus, Latvia, Lithuania, Luxembourg, Hungary, Malta, Netherlands, Austria, Poland, Portugal, Romania, Slovenia, Slovakia, Finland, Sweden, United Kingdom.

Non EU –> former Yugoslav, Republic of Macedonia, Iceland, Liechtenstein, Norway, Switzerland, Turkey,

Partners –> Armenia, Azerbaijan, Belarus, Georgia, Moldova, Ukraine Algeria, Egypt, Israel, Jordan, Lebanon, Libya, Morocco, Palestine, Syria, Tunisia Albania, Bosnia and Herzegovina, Kosovo, Montenegro, Serbia, Russian Federation.

 

Per partecipare

Student, laureati e giovani:
– Per progetti che coinvolgono l’università, chiedere all’ufficio erasmus nel vostro ateneo;
– Per progetti di mobilità, consultare i bandi attivi che escono di volta in volta su Internet e siti specializzati. Sito ufficiale, sezione CALL

 

Associazioni, società, aziende, istituti:
1. Registrarsi sul sito del progetto;
2. Controllare se si rispettano i requisiti richiesti dal programma;
3. Verificare le condizioni finanziarie;
4. Compilare e inviare il modulo di domanda.

 

Siti utili

http://www.erasmusplus.it/
Sito ufficiale http://ec.europa.eu/programmes/erasmus-plus/index_it.htm
Guida ufficiale (Pdf, in inglese)

 

 

Hai altri dubbi?

Consulta le domande più frequenti su Erasmus Plus

 

 

  • 
  •