Magazine

Geroglifici egizi: come impararli e tradurli con Google Fabricius

geroglifici scrittura egizia
Redazione

Anche tu avresti sempre voluto imparare i geroglifici e saper tradurre la scrittura egizia? Con Google Fabricius oggi è un po’ più facile

 

Il progetto di Google interamente dedicato alla decodifica dei geroglifici è arrivato: si chiama Fabricius e sfrutta il machine learning per tradurre i geroglifici e aiutare archeologi e altri studiosi nel loro lavoro di decodifica della scrittura egizia.

 

Ma non solo: le sue funzionalità sono rivolte anche a un pubblico più ampio e non specialista.

 

 

Fabricius, infatti, è suddiviso in tre sezioni: Learn, Play e Work. Mentre con Learn verrai guidato alla scoperta dei geroglifici in sei semplici passaggi, con Play potrai tradurre le tue parole e i tuoi messaggi in geroglifici e condividerli con chi preferisci.

 

Work, infine, è un vero e proprio strumento di lavoro per egittologi, progettato per aiutare i ricercatori nelle traduzioni della misteriosa scrittura egizia.

 

Come funziona il traduttore di geroglifici

 

Questo esperimento esplora il potenziale dell’utilizzo dell’apprendimento automatico per aumentare l’efficienza nella traduzione di lingue antiche e aprire nuove strade per la ricerca accademica. (Google Arts & Culture)

 

Con la collaborazione di accademici e istituzioni di tutto il mondo, è stato sviluppato un modello in tre fasi per la traduzione di geroglifici egizi:

  • Estrazione di testi e sequenze di geroglifici partendo da delle immagini-fonte, da cui si ricavano facsimili su cui lavorare;

 

  • Classificazione: addestramento di una rete neurale (dell’intelligenza artificiale) per identificare correttamente oltre 1000 geroglifici;

 

  • Traduzione: individuazione della corrispondenza tra sequenze e blocchi di testo con dizionari disponobili e traduzioni pubblicate.

 

piramidi di Giza

Non solo geroglifici e scrittura egizia

Fabricius è disponibile in inglese e in arabo e prende il nome dal padre dell’epigrafia (lo studio delle iscrizioni antiche).

 

Oltre al programma sui geroglifici, puoi anche utilizzare Google Arts & Culture per ampliare la tua conoscenza con storie sull’antico Egitto, le piramidi e il Libro dei Morti.

 

 

LEGGI ANCHE: Simboli egizi: i simboli più importanti dell’Antico Egitto e il loro significato 

 

 

Fonte: Matador Network

Laureata in Scienze Linguistiche, grazie ai programmi Erasmus ha vissuto in Irlanda, Danimarca e Belgio. Per Scambieuropei scrive articoli su Erasmus, lingue straniere, esperienze all’estero, formazione e curiosità dal mondo.

  • 
  •