Magazine

Bandiera della Grecia: storia, origine e significati delle bandiere greche

bandiera grecia
Redazione

Nella sua antica storia, la bandiera della Grecia ha subito numerose modifiche, per questo è più corretto parlare di bandiere greche; andiamo a scoprire allora la loro origine e i loro significati.



Le grandi svolte nella storia della Grecia

Da molti considerata uno dei centri della civiltà occidentale, la Grecia non era tuttavia un’entità unica e costituita.

La Grecia ospitava città-stato libere accomunate soprattutto dalla lingua e dalla cultura ellenica.


La svolta che porterà alla liberazione greca inizia con l’insurrezione contro l’impero ottomano del 1821 e la dichiarazione di indipendenza con l’assemblea di Epidauro, dove avviene la stesura di una prima costituzione provvisoria.

La Grecia viene riconosciuta alla fine della guerra civile dai turchi e dalle altre potenze nel 1829, anche se il processo di indipendenza restò molto travagliato.

La monarchia greca durò fino al 1973, l’anno in cui fu abbattuta anche la dittatura dei colonnelli, che avevano preso il potere nel 1967.

Infine fu instaurata la Repubblica democratica dal 1974 dopo la caduta del regime.



Nel corso della sua storia la bandiera greca ha assunto diverse forme, ma ha mantenuto quasi sempre gli elementi della croce e delle strisce azzurre e bianche.

Vediamole nel dettaglio.

Evoluzione della bandiera della Grecia

  • Hellas, sec. XVIII-XIX
bandiera della grecia 1

Tra il XVIII e XIX secolo, sotto il dominio dell’impero ottomano, i popoli greci si riconoscevano sotto un’insegna mercantile di colore rosso con una striscia azzurra al centro, colori che l’impero assegnava ai popoli non musulmani sotto il suo dominio.


  • Hellas, 1821-1822
bandiera grecia 2

Nel 1821 venne adottata la prima bandiera nazionale greca, sostituita tuttavia già l’anno seguente con una seconda dai colori invertiti.

Questa bandiera greca, bianca con croce azzurra, si ispira a quelle apparse tra i patrioti di Plaputas e Mavromichali durante la guerra d’indipendenza contro l’impero ottomano già dal 1769.


  • Repubblica Greca, Helleniké Demokratia, 1924-1935 e 1975-1978
bandiera grecia 3

Questa fu la bandiera nazionale scelta durante l’assemblea di Epidauro attraverso la quale venne dichiarata l’indipendenza della Grecia il 1° gennaio 1822.


Sulla versione ufficiale, nel periodo del regno di Ottone di Wittelsbach (1833-62), fu aggiunto lo scudetto con i simboli del suo casato e durante le fasi monarchiche (1862-1924 e 1935-70) venne aggiunta una corona.


Fu in seguito affiancata e soppiantata dalla forma a strisce, e fu infine utilizzata come bandiera nazionale sul territorio continentale.


Proibita dalla dittatura dei colonnelli il 18 agosto 1970, fu ripresa con l’istituzione della repubblica il 7 giugno 1975 e servì come unica bandiera greca valida a tutti gli effetti fino al 22 dicembre 1978, quando venne ancora abolita.


Resta tuttavia ignoto il significato dei colori e ignote anche le ragioni della sua scelta nel 1822, perché i documenti ufficiali andarono perduti durante la guerra civile che seguì la dichiarazione d’indipendenza (1823-24).


  • Hellas, 1822-1828

Questa bandiera mercantile rimase in uso dal gennaio 1822 al luglio del 1828, nel complesso periodo di tempo che va dalla dichiarazione di indipendenza di Epidauro al riconoscimento ufficiale da parte dell’impero ottomane dell’indipendenza greca attraverso la pace di Adrianopoli  del 14 settembre 1829.


  • Regno di Grecia, Basileion tes Hellados, c. 1828-?

Questa bandiera venne utilizzata come simbolo nazionale e mercantile, è rappresentata su diverse mappe del XIX secolo, e si ritiene che si sia affermata durante la guerra civile (metà del 1828) per poi divenire desueta probabilmente prima del 1850.


Il cantone di questa prima bandiera a strisce era spesso bianco con croce azzurra, un probabile rimando alla prima bandiera nazionale, al contrario di quella attuale.


  • Regno di Grecia, Basileion tes Hellados, 1833-1862

La bandiera di stato e lo stendardo reale furono adottati da Ottone di Wittelsbach, figlio del re Baviera, che salì al trono di Grecia all’inizio del 1833 per intercessione delle potenze europee, e dove regnò fino al 1862, quando fu costretto a tornare in Baviera a causa di una ribellione.

Nella bandiera lo scudetto bavarese è aggiunto al centro della bandiera nazionale sotto alla corona monarchica, mentre il blu del drappo diventa più chiaro.


  • Regno di Grecia, Basileion tes Hellados, 1862-1924 e 1935-1973

Bandiera di stato in uso durante i diversi periodi monarchici e definitivamente abolita il 18 agosto 1970, con la corona reale al centro della croce bianca su drappo azzurro.


Era inoltre in uso anche una versione della stessa bandiera priva della corona, mentre in entrambe il colore azzurro del drappo ricevette successive modifiche.


  • Repubblica Greca, Helleniké Demokratia, 1924-1935 e dal 1978

bandiera grecia 8


Il 18 agosto 1970, sotto la dittatura dei colonnelli, la bandiera con la corona reale fu sostituita nelle proporzioni e nella tonalità, venne rimossa la corona e vennero reintrodotte le strisce.


Tradizionalmente le nove strisce si riferiscono alle sillabe del motto Eleutheria i Thanatos (Libertà o Morte) che figurava su molti vessilli e bandiere nel corso della lotta per l’indipendenza greca.


Il celeste della bandiera subì numerose modifiche, tuttavia venne preferito al blu più scuro a partire dalla metà del XIX secolo e tra il 1924 e il 1970 circa.

La tonalità attuale invece è definita “blu reale” (Pantone 286c).


  • Repubblica Greca, Helleniké Demokratia, 1970-1975
bandiera grecia 9

Bandiera unica per tutti gli impieghi, adottata il 18 agosto 1970 e sostituita il 7 giugno 1975. Differiva dal precedente modello a strisce per la tonalità del blu molto scura e per le proporzioni più allungate.

La bandiera, utilizzata durante la dittatura dei colonnelli, fu inizialmente confermata come bandiera della repubblica greca il 1 giugno 1973, e sopravvisse quasi un anno dopo il ritorno della democrazia.


In seguito venne sostituita per lasciare spazio all’attuale bandiera nazionale greca.



LEGGI ANCHE: Sette frasi in Greco Antico alla base della nostra Cultura


  •