Lavoro

Avvio della campagna «Lavoro stagionale con EURES»

Redazione

Il lavoro stagionale in Unione Europea è fondamentale per diversi settori, ma quali sono i diritti e i doveri dei datori e dei lavoratori stagionali? EURES fa luce sull’argomento con la sua nuova campagna.

 

Descrizione della campagna

Da più di 25 anni EURES promuove la mobilità in EU e lo fa anche nell’ambito del lavoro stagionale, che ogni anno vede flussi ingenti di persone spostarsi per svolgere le attività, aderendo alla campagna di ELA Rights for all Seasons.

 

 

L’obiettivo della campagna è quello di fare informazione per i lavoratori ma anche per i datori di lavoro, concentrandosi sui diritti e doveri all’interno delle regolazioni EU: si vogliono sensibilizzare i lavoratori al lavoro stagionale, spesso poco preso in considerazione, in quanto rappresenta un impegno lavorativo flessibile e non a lungo termine, che permetta di acquisire competenze, di viaggiare e conoscere nuove culture guadagnando denaro; al contempo si vuole fornire ai datori di lavoro uno spunto per gestire i periodi di alta stagione e le esigenze che variano nel corso dell’anno: in entrambi i casi EURES insisterà sulla maggiore consapevolezza a livello legale, invitando ad incontrare consulenti EURES locali.

 

 

 

Il filone EURES, uno dei tre che convergono nella più vasta campagna ELA, si concentrerà sul reclutamento in settori chiave come l’agroalimentare, il turismo, l’ospitalità e l’edilizia.

 

La campagna si concluderà a ottobre, EURES pubblicherà contenuti sui social media usando gli hashtag: #Rights4AllSeasons, #EURESeasonalWorks e #EURESjobs, culminando nella Week of Action dal 20 al 24 settembre, in cui verranno organizzate attività in tutti i Paesi dell’Unione.

 

 

Maggiori informazioni

Per maggiori informazioni, collegarsi alle pagine social di EURES ed EURES Italy su Facebook, Twitter e Linkedin e, per saperne di più al portale EURES e al portale dell’ELA.

 

 


  •