Magazine

9 drinks che gli sportivi del mondo si concedono tra un allenamento e l’altro

Redazione

Tutti gli sportivi del mondo hanno una bevanda in grado di dare loro la giuste energia, pur senza appesantire. Facciamo un tour, e scopriamo i 9 drinks che gli sportivi del mondo si concedono tra un allenamento e l’altro

 

 

Appello a tutti gli sportivi del mondo: avete già la vostra bevanda “di fiducia”? Quella in grado di mantenervi in energie, senza farvi venire mal di stomaco al primo sforzo fisico.

Ogni nazione, sicuramente influenzata anche da abitudini culturali e clima, vede i propri sportivi bere liquidi composti o singoli, ma con assiduità … quasi una tradizione.

Scopriamo quali sono i 9 drinks per gli sportivi del mondo: che sia per reidratarvi, aumentare la massa muscolare, o semplicemente per apporto energetico, troverete di sicuro quella adatta a voi!

 

 

#1 – Birra analcolica

 

Germania … Ti aspetteresti qualcosa di meno dalla casa dell’Oktoberfest?

Uno studio tedesco ha scoperto che i corridori a distanza che bevono birra analcolica si riprendono più velocemente, grazie a fenoli che riducono l’infiammazione e proteggono dalle malattie.

Durante le Olimpiadi invernali del 2018 a Pyeongchang, il birrificio Kombacher ha rifornito il Villaggio degli Atleti con circa 1000 litri di birra analcolica. Pröst!

 

 

#2 – Birra alcolica

 

In Giappone, i lottatori di sumo hanno bisogno di consumare fino a 8.000 calorie al giorno, per mantenere i loro chili corpulenti.

Quando bevi insieme ad un pasto, ed è un grande pasto, il tuo corpo riceve tutta l’energia di cui ha bisogno dall’alcol. Ricordati solo di memorizzare le calorie del resto del pasto …

 

 

#3 – The verde

 

A differenza dei lottatori di sumo, la maggior parte degli atleti giapponesi non si allena su un telaio da più di 300 sterline. Per loro, il tè verde è la bevanda sportiva definitiva.

I giapponesi bevono tè verde da più di mille anni, attribuendogli parte della resonsabilità per la loro lunga aspettativa di vita.

Ancora meglio, i ricercatori giapponesi hanno scoperto che la bevanda può aiutare gli atleti a migliorare la loro resistenza fino al 24 percento, poiché l’estratto di tè verde aiuta l’organismo a utilizzare le riserve di grasso in modo più efficiente.

 

 

#4 – The nero con molto latte e zucchero

 

I giorni del Kenya come colonia britannica si sono conclusi oltre mezzo secolo fa, ma alcune abitudini britanniche rimangono – tra cui l’amore per il tè nero con latte e zucchero.

I corridori di distanza del Kenya, costantemente tra i migliori maratoneti del mondo, bevono più tè che acqua, e non lesinano lo zucchero … il 20% delle loro calorie giornaliere provengono dallo zucchero.

Accoppiato con la caffeina nel tè nero, non c’è da meravigliarsi che in un giorno i migliori corridori del paese abbiano l’energia per correre 15 miglia al mattino e altre 5 nel pomeriggio.

 

 

#5 – Noce di cocco con acqua e succo açai

 

Il Brasile è benedetto con oltre 2 milioni di miglia quadrate di foresta pluviale, quindi i suoi atleti non hanno bisogno di liquidi di colore neon imbottigliati in una fabbrica. Possono scegliere “direttamente dall’albero“.

Più probabilmente, se corrono lungo la spiaggia di Rio de Janeiro, possono comprare una noce di cocco da un venditore, che la taglierà e la metterà in una cannuccia per bere l’acqua di cocco, dentro.

È pieno di potassio, magnesio ed elettroliti, ed ha molto meno zucchero di quella roba in bottiglia: perfetto per l’allenamento, e anche per il recupero dopo lo sforzo.

 

 

#6 – Birra di radice con uovo crudo

 

Nelle Filippine, la Sarsi è una famosa soda di birra di radice. Si ritiene che la salsapariglia, uno dei suoi ingredienti, abbia proprietà medicinali.

I bodybuilder l’hanno utilizzata credendo (falsamente) che contenesse sostanze chimiche simili agli steroidi anabolizzanti.

Versa un uovo crudo ricco di proteine ​​in un bicchiere di Sarsi e mescola, e otterrai un grande bicchiere frizzante di liquido marrone, che i bodybuilder filippini erano soliti trangugiare.

Con le preoccupazioni della salmonella, ora questo drink non è più così gettonato …

 

 

#7 – Latte al cioccolato

 

Chiedete a qualsiasi atleta di resistenza in Nord America quale sia la sua bevanda post-allenamento numero uno, e probabilmente vi dirà latte al cioccolato.

Il latte al cioccolato reintegra i liquidi persi, mentre fornisce carboidrati per aiutare i muscoli a recuperare. Aggiungi un po ‘di zucchero per l’energia, il calcio e persino le proprietà antiossidanti del cioccolato, e hai un perfetto elisir sportivo.

Non per niente il latte al cioccolato è stato nominato la bevanda sportiva ufficiale di alcune squadre olimpiche statunitensi.

 

 

#8 – Latte

 

Gli atleti preoccupati per l’alto contenuto di zucchero nei liquidi, possono optare per il latte classico come la migliore bevanda di recupero.

Il latte è da tempo considerato la bevanda numero uno per gli atleti in Svezia e Finlandia. Il famoso pilota automobilistico finlandese Ari Vatanen ha bevuto latte invece di champagne dopo aver vinto le gare.

 

 

#9 – Yerba Mate

 

Cammina per le strade dell’Uruguay, e passerai vicino alla gente del posto con un thermos di acqua calda nascosto sotto il braccio, e una zucca secca piena di foglie di erba mate in mano.

Versano l’acqua calda nella zucca e sorseggiano il tè pieno di caffeina attraverso una cannuccia metallica simile a un setaccio.

Gli argentini hanno quasi lo stesso livello di dipendenza dei compagni, i migliori giocatori di calcio di entrambi i paesi continuano a bere Mate anche quando giocano per squadre di club di alto livello all’estero.

È ricco di vitamine e antiossidanti, e i giocatori dicono che li rilassa prima delle partite. Inoltre, con tutta la caffeina, il Mate dà loro l’energia per 90 minuti di gioco estenuante.

 

 

 

FONTE Matador Network

 

 

 

 

 

  • comments powered by Disqus
  •