Magazine

7 tra le valute più belle e colorate del Mondo

Redazione

Il tempo è denaro! E se è vero, prendetevi un attimo per scoprire e conoscere 7 tra le valute più belle e colorate del Mondo

 

 

Che tu lo faccia in banca prima di un viaggio o in un bancomat quando sei a destinazione, osservare da vicino le monete e le banconote insolite è il primo passo per conoscere la cultura del luogo che stai visitando.

Le banconote e le monete stanno lentamente, ma sicuramente, diventando obsolete.

Prima che ciò accada, assicuriamoci di dare un’occhiata a 7 tra le valute più belle in giro per il mondo, e alle particolarità che le rendono così uniche.

 

 

#1 – Il dollaro delle Isole Cook

 

Le Cook sono un gruppo di 15 isole remote nell’Oceano Pacifico meridionale. Data la loro origine di colonia neozelandese, la valuta utilizzata nelle Isole Cook è il dollaro neozelandese.

Detto questo, le Isole Cook hanno anche le proprie banconote e monete, entrambe conservabili come fantastici souvenir. Ci sono due diversi design per la banconota da $ 3.

Questa qui sopra è una rappresentazione della leggenda di Ina, una giovane donna dell’isola di Rarotonga, che si dice abbia cavalcato uno squalo per visitare il suo fidanzato a Mangaia.

 

 

#2 -Il fiorino di Aruban

 

Aruba è un’isola caraibica olandese indipendente, al largo delle coste del Venezuela.

La valuta di Aruban, l’Aruban Florin, ha sostituito il fiorino olandese nel 1986, ma il dollaro americano è ampiamente accettato.

La cartamoneta di Aruba è colorata e profondamente rappresentativa della cultura e della vita naturale del paese.

Hanno tutti le stesse forme geometriche su un lato, ma ogni denominazione ha un colore diverso e un animale visualizzato sull’altro lato.

Secondo la Banca centrale di Aruba, questa combinazione aveva lo scopo di enfatizzare la relazione tra passato e presente.

 

 

#3 -Rand del Sudafrica

 

Il Rand sudafricano è in circolazione dal 1961, l’anno in cui il paese è diventato una repubblica, prima di allora, i sudafricani usavano la sterlina inglese.

Il nome della valuta sudafricana proviene da Witwatersrand (“Ridge of White Waters”), una cresta di 56 km famosa per i suoi enormi giacimenti d’oro situati nella regione di Johannesburg.

Ogni banconota del Rand sudafricano presenta uno dei “big five”, i cinque animali selvatici associati alla natura selvaggia del Sudafrica: leone, elefante, rinoceronte, leopardo e bufalo) da un lato e onora Nelson Mandela dall’altra parte.

 

 

#4 – Il franco del Pacifico di Tahiti

 

Le isole di Tahiti, o Polinesia francese, sono una raccolta di 118 isole da sogno situate nel Pacifico meridionale.

Poiché Tahiti è un paese autonomo d’oltremare della Repubblica francese, si potrebbe pensare che usino l’euro. Invece la valuta utilizzata qui è il franco del Pacifico.

Ogni banconota ha una parte dedicata a una delle quattro regioni in cui viene utilizzata, e ogni disegno presenta fauna e flora importanti nell’area, nonché elementi della cultura polinesiana.

Per quanto riguarda le monete, per ciascuna (7 in tutto), una parte è dedicata alla Repubblica francese e l’altra parte è dedicata alla Polinesia francese o alla Nuova Caledonia.

 

 

#5 – Il franco delle Comore

 

La Francia ha anche fatto incetta di molti paesi africani, incluse le Comore. Ciò si riflette nella valuta in uso nel paese ora indipendente.

Dopo l’indipendenza delle Comore nel 1975, fu emessa una nuova serie di banconote e monete per riflettere il cambiamento politico.

Tuttavia, il franco delle Comore è rimasto parte della comunità del franco africano, che è ancorato all’euro e regolato dalla Banque de France.

Le banconote e le monete comoriane emesse dalla Banque Centrale des Comores sono state recentemente cambiate. Sono colorate e rappresentative della cultura, la storia, la fauna e la flora della Comore.

 

 

#6 – Il Colón costaricano

 

Le monete costaricane sono piuttosto ordinarie, ma le banconote sono alcune delle più belle valute del mondo.

Ognuna di esse rende omaggio agli uomini e alle donne che hanno dato un contributo significativo alla storia della Costa Rica, su un lato.

Il rovescio di ciascuna banconota è diverso e si concentra sulla biodiversità della Costa Rica, con rappresentazioni di piante, ecosistemi e animali come bradipi, colibrì e squali.

Alcune delle precedenti banconote della Costa Rica erano anche molto pulite, ma molto meno colorate e non così sicure contro la contraffazione.

 

 

#7 – La Króna islandese

 

Sebbene l’Islanda sia generalmente inclusa in Europa per questioni che toccano la storia e la geografia, non fa parte dell’UE e non utilizza l’euro, ma l’islandese Króna (Krónur al plurale).

Ci sono cinque banconote e cinque monete in uso in Islanda: la banconota da 5000 Króna è particolarmente interessante.

Il lato dritto di ogni moneta presenta i quattro spiriti guardiani dell’Islanda (un toro, un gigante di montagna, un uccello e un drago) mentre i lati opposti mostrano la fauna marina.

Ogni moneta ha una creatura marina diversa: un lompo, un granchio, un capelin, delfini e un merluzzo.

Le banconote invece si concentrano principalmente su personaggi e artisti islandesi storici, oltre a famose opere d’arte.

 

 

 

 

 

 

FONTE Matador Network

 

 

  •