Magazine

I 7 luoghi migliori dove passeggiare a Londra

Redazione

Scopri quali sono I 7 luoghi migliori dove passeggiare a Londra, una delle città più frenetiche al mondo! Rilassati in mezzo alla natura e cammina lungo le rive del Tamigi!

 

Giri lungo i canali, passeggiate lungo la South Bank e passeggiate nei parchi: Londra offre stupendi itinerari che ti permetteranno di apprezzare al meglio la città, ma anche di rifugiarti per qualche ora di tranquillità. Ecco i 7 luoghi migliori dove passeggiare a Londra.

 

1.  ‘The Jubilee Greenway’ – Little Venice to Camden

 

Regent’s Canal rappresenta una delle passeggiate sui canali più piacevoli di Londra. Sebbene si tratti di un percorso quasi diretto tra lo Zoo di Londra a Camden Lock, di solito è abbastanza tranquillo. È una passeggiata particolarmente bella in una giornata di sole, quando le chiatte e le barche sul canale sono più attive.

Little Venice è situata a breve distanza a piedi da Edgware Road e Warwick Avenue, quindi partire da Camden potrebbe essere più facile. Anche se, per coloro che amano lo street food, Camden è la destinazione perfetta per un boccone dopo la tua camminata.

È una passeggiata facile, di circa due miglia, che ti fa sentire come se fossi sull’alzaia di un canale di campagna, piuttosto che nel bel mezzo della capitale cosmopolita.

 

 

2. South Bank stroll – Tate Modern to Jubilee Gardens

 

C’è qualcosa di magico nella South Bank al tramonto; potrebbero essere i lampioni vittoriani che brillano al di sopra del Tamigi, la drammatica architettura di Westminster illuminata dal basso o la vista sul Tower Bridge. Il blocco di cemento che è il National Theatre diventa un colorato faro della cultura, e le gru scure sullo skyline svaniscono nel paesaggio urbano.

Quando cala la notte, la South Bank si calma, le attrazioni chiudono, e diventa un luogo per apprezzare la bellezza della città senza il pulsare di pendolari e turisti. E sotto la pioggia? Bene, questo è il momento di apprezzare i luoghi più riconoscibili della capitale del Regno Unito nel loro stato più naturale.

 

 

3. The legal garden – Inner Temple Garden

 

Una delle quattro Inns of Court tra Temple e Blackfriars, il giardino è aperto al pubblico durante la settimana. Si è sviluppato come un giardino a partire dal XIV secolo, mentre prima era un semplice frutteto. È ancora possibile vedere i resti storici del giardino: l’antico frutteto, i cancelli di ferro del XVIII secolo e la meridiana Queen Anne.

Il giardino è la casa di molti uccelli britannici – pettirossi e usignoli – api e diverse varietà di farfalle. Ma i suoi maggiori abitanti sono i fiori: tulipani, papaveri, gerani, dalie e bucaneve, per citarne solo alcuni. È davvero un giardino completamente britannico, un’oasi di tranquillità.

I sentieri sono alberati e pacifici, bordati dal porpora delle campanule quando sbocciano in primavera. I prati curati sono perfetti per un picnic al sacco, e molti dei percorsi sono fiancheggiati da panchine per consentire la contemplazione silenziosa e l’apprezzamento dell’ambiente idilliaco.

 

 

4. Un’oasi verde – Morden Hall Park

 

Costruito alla fine del 1770, Morden Hall era una tenuta di campagna, lasciata in eredità al National Trust nel 1941. Il fiume Wandle si snoda attraverso il parco di 125 acri, ed è sede di amici piumati come cormorani e aironi, insieme a circa 100 altre specie di uccelli. Le razze includono il tordo sassello (Redwing), la garzetta (Little Egret) e il fiorrancino (Firecrest). È un posto ideale per il birdwatching e vanta oltre 2000 rose.

A cinque minuti a piedi dalla stazione della metropolitana di Morden, il parco è aperto 365 giorni all’anno, praticamente tutto il giorno, e non ha costi di entrata, permettendoti di esplorare i sentieri alberati e le distese verdi incontaminate a tuo piacimento. Anche se proprio nel centro di una delle zone più urbanizzate di Londra, il Morden Hall Park ti trasporta in un rifugio tranquillo lontano dal trambusto.

 

 

5. Il Royal Park più antico della città – St James’s Park

 

St James’s Park può vantarsi di essere il più antico Royal Park di Londra e della sua vicinanza a Westminster, St James’s Palace e Buckingham Palace.

È un luogo ideale per interagire con la fauna britannica che si è abituata alla presenza umana (gli scoiattoli mangeranno dalla tua mano se sei abbastanza paziente) e, naturalmente, vedere i residenti più famosi del parco: i pellicani. Non offre la più tranquilla delle passeggiate – St James’s Park è uno dei luoghi più frequentati e turistici – ma ne vale comunque la pena.

Le vedute della fontana iconica ti accolgono nel parco, così come giganteschi salici piangenti – è difficile credere che una volta fosse una palude fangosa.

 

 

6. Thames Path – da Hampton Court a Albert Bridge

 

Dall’architettura Tudor di Hampton Court Palace allo spettacolare Albert Bridge, ci sono così tanti posti meravigliosi da distrarti mentre passeggi lungo il Tamigi. Prendi una mappa di Londra, decidi dove vuoi che inizi e finisca la tua passeggiata (l’intera North Bank è lunga 23 miglia, quindi a meno che tu non voglia fare vero e proprio trekking, non è consigliabile camminare per tutto il percorso) e cosa vuoi includere.

I giardini di Hampton Court Palace sono un esempio di natura finemente rifinito, perfettamente progettato e coltivato. Ci sono anche le piante amazzoniche di Kew Gardens, nascoste tra boschi cespugliosi, le verdeggianti pianure di Marble Hill House, Petersham Meadow per una campagna veramente britannica e una vista protetta dal Parlamento dal 1992, e la bellezza di Syon Park. Il percorso ha anche collegamenti con diverse altre passeggiate se desideri fare una deviazione.

 

 

7. Wild London – Hampstead Heath

 

In contrasto con i giardini finemente rifiniti dei palazzi di Londra, l’enorme riserva naturale di Hampstead Heath offre un’esperienza selvaggia con una splendida vista sulla città, che fa da sottile promemoria su dove ci si trova veramente. La brughiera ha oltre 30 stagni, enormi e luminosi cespugli di rododendro pieni di colori e una grande varietà di fauna selvatica, come il più grande covo di pipistrelli a Londra, il cervo muntjac, tartarughe e orbettini (Slow Worm).

È una delle più grandi aree verdi di Londra: oltre 791 ettari di boschi e prati. Aperto e mozzafiato, il parco offre un’esperienza della natura selvaggia dell’Inghilterra all’interno della città.

 

 

Fonte: Wanderlust

 


  •