Magazine

La classifica delle 10 migliori città del mondo nel 2021

Redazione

La rivista britannica Time Out ha classificato le migliori città da visitare nel 2021, in considerazione anche della loro capacità di adattamento alla situazione emergenziale legata alla COVID-19 


Time Out ha intervistato 27 mila viaggiatori per realizzare la classifica delle migliori città da visitare nel 2021, grazie anche alla loro capacità di reinventarsi con originalità, nonostante i limiti imposti dalla situazione emergenziale legata alla diffusione del virus Covid-19



Di seguito le prime 10 città migliori da visitare quest’anno!



1) San Francisco

 
 
 
 
 
Visualizza questo post su Instagram
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Un post condiviso da @jayrlegaspi

San Francisco è da sempre una città originale e alternativa e non si è affatto smentita con l’avvento del nuovo Coronavirus: nonostante le restrizioni, le attività commerciali hanno dato vita ad iniziative quali SF New Deal, nata ad opera di lavoratori nel settore della ristorazione che hanno pensato di associarsi per fornire pasti alle persone in difficoltà.


Insomma, San Francisco è un vero esempio di solidarietà nata nella difficoltà: qualcuno ha anche pensato di appendere lievito di birra sugli alberi, per incoraggiare la panificazione a cui tutti si sono dedicati durante il periodo di quarantena, anche per sconfiggere la noia!


2) Amsterdam

Amsterdam ha accusato un duro colpo per la mancanza della vita artistica e culturale, ma ha comunque trovato un modo di regalarci un altro lato della sua bellezza: gli abitanti dicono che questi periodi di lockdown abbiano reso la città più verde e sostenibile come mai negli ultimi tempi.


Con la pandemia, la città ha deciso di sottolineare il suo ruolo di città moderna e ambientalista.


3) Manchester

 
 
 
 
 
Visualizza questo post su Instagram
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Un post condiviso da ᐱΝⅮRΕW ᐱΙΤᑕΗ (@andrew_aitch)

La città viene descritta come infinitamente creativa e piena di risorse da sempre, in quanto culla da cui si sono originati la Factory Records oppure il famoso gruppo musicale the Smiths. Anche nel 2021 il Manchester International Festival e il Grayson’s Art Club hanno dimostrato che la città è riuscita ad adattarsi alle restrizioni vigenti senza sacrificare gli eventi culturali per cui è famosa. 


Menzione d’onore anche a Result CIC e Eagle and the Child pub che, a livello locale, si sono proposti di aiutare i cittadini bisognosi di cibo e supporto psicologico.


4) Copenhagen

La Danimarca in generale viene considerata uno dei Paesi più felici al mondo e Copenhagen, in particolare, viene considerata una città rilassante ed ecologica.


Molti cittadini hanno detto che durante la chiusura e la pandemia hanno imparato ad apprezzare di più alcuni lati della bellezza della città, oltre all’hygge e a CopenHill.



5) New York

 
 
 
 
 
Visualizza questo post su Instagram
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Un post condiviso da Noel Y. Calingasan • NYC (@nyclovesnyc)

NYC, in questa pandemia, si è mostrata come la città più resiliente degli States


Con la sua iniziativa Open Restaurants, che trasforma i marciapiedi in luoghi di svago e aggregazione sociale nel rispetto del distanziamento, con il programma Key to NYC, che incoraggia la vaccinazione, New York è riuscita a sopravvivere (anzi a crescere ulteriormente!) in questo ultimo anno. Ad oggi le strade di New York sono tornate quelle di un tempo, grazie all’impegno e alla creatività dei cittadini.


6) Montreal

Monreal è famosa per lo spirito di coesione della sua comunità, definizione confermata, in questo periodo storico difficile, anche dalla presenza di un’ampia comunità multietnica e multiculturale, socialmente e mentalmente aperta, ma soprattutto solidale.



7) Praga

 
 
 
 
 
Visualizza questo post su Instagram
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Un post condiviso da Angela D.M. (@angeladm89)

La città ha sofferto molto dell’improvviso avvento del primo lockdown e dei successivi, ma la bellezza della città è rimasta immutata e sembra essere inscalfibile.


La riapertura graduale ha portato a delle esperienze impensabili nella Praga pre-pandemia, come passeggiare sul ponte Carlo in solitaria, ascoltare il cinguettio degli uccelli in piazza della Città Vecchia. Aggiungendo l’incredibile facilità nel muoversi a piedi nella capitale Ceca, la pandemia ha fatto di Praga una delle città più vivibili al mondo.



8) Tel Aviv

Il COVID-19 ha colpito duramente il turism,o ma la tecnologica Tel Aviv ha saputo reinventarsi. Piazza Dizengoff e parco HaMesila sono diventati luoghi di aggregazione e socialità come spazi per picnic e megaschermi


Dopo il lockdown Israele ha iniziato la sua campagna di vaccinazioni e, ad oggi, si sta pian piano riprendendo il suo originario splendore.


9) Porto

 
 
 
 
 
Visualizza questo post su Instagram
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Un post condiviso da amazingshots_lighthouse (@amazingshots_lighthouse)

Porto è una città piena di cultura e lo è rimasta anche in piena pandemia.


Gli street artist della città l’hanno riempita di graffiti colorati e anche le gallerie d’arte sono rimaste sorprendentemente attive. Come molte altre città, inoltre, anche Porto si è preoccupata di restituire spazio ai pedoni in un’ottica decisamente più green.





10) Tokyo

La vita non si è mai fermata veramente a Tokyo: nuove attrazioni e locali sono nate nel corso dell’ultimo anno, rendendo la città ancora più attiva ed accattivante


Inoltre anche la città nipponica si è impegnata per dinventare più a misura di pedone, e quindi più ecologica!


fonte: Time Out.


  •