Magazine

Georgia: dove comincia l’ Europa

Redazione




Nonostante le tensioni e i conflitti che la circondano, la Georgia vuol essere inclusa in Europa e nelle politiche europee. Ecco brevemente la sua storia.

 

Il Mar Nero ha svolto un ruolo formativo nella creazione dell’idea dell’Europa. Fu qui che gli antichi Greci entrarono in contatto con i nomadi Scythi, da qui si sviluppò il discorso greco della “civiltà” contro “la barbarie”.

 

Da questo particolare incontro ha cominciato a farsi spazio l’idea di” Europa “con tutta la sua arroganza, tutte le sue implicazioni di superiorità, tutte le sue assunzioni di primati ed antichità, tutte le pretese di un diritto naturale di dominare.

 



Georgia Stepantsminda

 

Il fiume Rioni sembra adatto a servire come un naturale confine intercontinentale che scorre pigramente attraverso i palazzi di appartamenti post-sovietici di Poti nel Mar Nero. L’umile presenza del Rioni, tuttavia, cela un passato molto più grande: questo era il luogo dell’antica Colchide, meglio conosciuta come il luogo dove Giasone conquistò il vello d’oro e sposò Medea.

L’antico storico Erodoto identificò proprio nel fiume Rioni, il confine tra l’Europa e l’Asia.

 

Ma non erano in molti a pensarla come Erodoto: la maggior parte dei suoi contemporanei pose il confine fra Europa ed Asia molto più a nord, dove il Mar Nero incontra il fiume Don, in quella che oggi chiamiamo Russia. E la Georgia, da sempre considerata il successore della Colchide, è stata generalmente considerata geograficamente parte dell’Asia.

 

Ti è venuta voglia di partire per la Georgia ? Qui trovi i voli più economici dall’Italia

 

 

Georgia Tushetsky

 

La Georgia è anche un luogo unico per il suo alfabeto, per la sua lingua priva di parenti stretti ed per la sua cucina unica, molto più ricca di quanto ci si aspetti. da un paese che conta meno di cinque milioni abitanti.

 

Sotto il governo di Saakashvili, l’agenzia pubblicitaria americana Saatchi&Saatchi sviluppò un nuovo slogan turistico per la Georgia: “L’Europa iniziò qui“.

Ma lo slogan fu presto abbandonato. “Nessuno viene qui a vedere l’Europa“, disse il capo dell’agenzia per il turismo della Georgia, “Chi vuole andare in Europa, andrà in Germania“.

I materiali turistici della Georgia utilizzano ora un approccio “Dove l’ Est incontra l’Ovest” come ad Istanbul, dove il turismo è una realtà in piena espansione.

 

L’incantevole centro di Tbilisi, i suoi bagni persiani, le chiese medievali ed i progetti dei grandi architetti del  XXI secolo è oggi tutto un fermento di alberghi, trasporti e prenotazioni.

 

georgia kutaisi

 

In definitiva, ovviamente, se la Georgia sia davvero europea, qualunque cosa significhi, non importa. Ciò che conta è che la Georgia stia sostanzialmente dicendo: “Vogliamo fare squadra con l’Europa”. I politici locali ed occidentali sono particolarmente inclini a questa retorica indipendentemente dalla sua precisione storica.

 

Ma alla fine non ha importanza. La Turchia è stata accettata come membro della NATO nonostante non sia europea, e sia lei che la Grecia erano lontane dall’idea europea di democrazia nei loro primi decenni di adesione.

 

L’ insuccesso della Georgia fin’ora per assicurarsi un posto nella NATO non ha niente a che fare con quanto sia europea, ma piuttosto, forse, con l’attuale disagio dei membri attuali nei confronti dell’ accoglimento di un nuovo membro attualmente in conflitto con la Russia.

 

 

Ti è venuta voglia di partire per la Georgia ? Qui trovi i voli più economici dall’Italia

 

 

Fonte: RoadsAndKingdoms

 


  • comments powered by Disqus