Le ultime

Magazine

Con AIESEC questa estate sblocchi il tuo futuro!

Redazione




Non è facile spiegare perché sarebbe una buona scelta quella di riempire la propria estate con uno dei progetti all’estero organizzati da AIESEC.

 

Non perché manchino delle ragioni valide, o quelle esistenti non siano magari abbastanza convincenti, anzi è davvero il contrario: passare circa 6 settimane della tua estate vivendo in un altro Paese, a contatto con una cultura del tutto diversa dalla tua, dovrebbe appunto essere un sogno, un desiderio tra tanti ma anche uno dei più belli.

E realizzabili.

 

Ogni anno diamo la possibilità a migliaia di ragazzi di scoprire il mondo e vedere come questo è fatto realmente, senza filtri di alcun tipo: a questi ragazzi chiediamo di credere in quello che ripetiamo senza sosta, di fidarsi di noi quando gli promettiamo che torneranno del tutto cambiati da un qualcosa che definire solo con un “viaggio” è certamente riduttivo.

 

Chi ha già vissuto la sua esperienza con AIESEC può testimoniare con incredibile facilità cosa significhi vivere le settimane più belle della propria vita in posti che non avrebbe nemmeno mai sognato di raggiungere e che invece poi si rivelano una seconda casa.

 

Ogni ragazzo che è partito alla ricerca di qualcosa, adesso sa che ottenere un impatto positivo sulla vita di una persona non è un traguardo immaginario, ma qualcosa che si può raggiungere per davvero, che quindi accade nel mondo reale.

Vivere è dare un contributo alla propria esperienza, ma anche a quella altrui.

 

Potremmo elencare un numero enorme di storie che riassumano questi e anche tanti altri aspetti di esistenze che all’improvviso si scoprono diverse, nuove, rinate e rinvigorite.

 

Come è accaduto, per esempio, ad Angelica che qualche mese fa ha scelto di partire per la Serbia e mettersi alla prova su un terreno totalmente sconosciuto. Dalla Puglia a Novi Sad per andare a insegnare nelle scuole della città balcanica, lavorando con studenti tra i 7 ed i 13 anni, in aule che poche volte – forse mai – avevano ospitato un paio di occhi stranieri e stretto storie venute da così lontano.

 

Angelica, nessuna esperienza con l’insegnamento, non ha perso tempo a decidere di voler provare a lasciare un segno nella vita di tanti ragazzi, testando allo stesso tempo i suoi limiti, quelli che ognuno di noi, negli anni impegnativi dell’università, spesso rifiutiamo di riconoscere.

 

La storia di Angelica non è solo un tuffo in un mare di situazioni inusuali, e per certi versi scomode, ma soprattutto una scoperta unica delle sue qualità, di capacità che credeva non esistessero, o che si fossero in qualche modo perdute nei meandri della sua personalità, e che invece ha visto con piacere tornare alla luce nei momenti in cui più ne aveva bisogno.

 

Avere a che fare ogni giorno con un’attività per cui non immaginava di essere portata, vivere la quotidianità di una nuova grande città, e con essa la cultura di un Paese dalla storia millenaria e affascinante, l’ha resa una persona migliore, capace di seminare germogli di affetto nei suoi alunni, ricevendone in cambio una quantità enorme al momento del suo ritorno in Italia.

 

Imparare che ogni azione genera una conseguenza, e che fare del bene porta solo cose positive, e che non c’è modo, ragione, motivo per smettere di credere in sé stessi: ecco qui riassunto quello che si può apprendere in poche settimane, appena scegliendo di regalarsi una possibilità per migliorare la propria vita, sbloccare il proprio futuro.

 

AIESEC offre un numero incredibile di progetti, della durata di 6-8 settimane, in tantissimi Paesi – oltre 120 tra cui Russia, Polonia, Serbia e Romania -, non solo in estate: ogni mese, per tutto l’anno, tante opportunità aspettano di essere colte, invitando ragazzi da ogni parte del mondo a partecipare a progetti che li aiuteranno a scoprire tutto il loro potenziale.

 

Guida alla candidatura

Per candidarsi al progetto visitare il sito AIESEC alla sezione Global Volunteer, iscriversi alla piattaforma e cercare il progetto che fa per te.

 

Maggiori informazioni

Per maggiori informazioni scrivere a info@aiesec.it

 

 


  • comments powered by Disqus