Magazine

8 consigli in valigia per prepararsi ad un semestre all’estero

Redazione




Preparare la valigia per un semestre all’estero può davvero essere stressante: ecco 8 consigli per ottimizzare la preparazione del tuo bagaglio!

 

Scegliere cosa portare con sé e cosa lasciare a casa: tutto sembra fondamentale, ma la valigia non si chiude…  Indecisioni, dubbi, ripensamenti, ansia di dimenticarsi qualcosa di importante o di arrivare in aeroporto con una valigia troppo pesante e dover pagare il sovrapprezzo: queste insidie sono all’ordine del giorno durante la preparazione della valigia per un lungo soggiorno all’estero.

Per lasciarci alle spalle l’ansia e le paranoie, ecco dunque 8 consigli da mettere in valigia, ossia 4 cose da non fare4 da fare mentre si prepara il proprio bagaglio per andare all’estero a studiare.

 

Le cose da non fare

1. Il consiglio di base: non sovraccaricare la tua valigia!



Riempire tutte le tue valigie per un semestre all’estero può sembrare un errore relativamente innocuo, ma non lo sarà al tuo ritorno.

Una valigia, un bagaglio a mano e uno zaino, da non riempire del tutto, sono più che sufficienti per un semestre all’estero. Lo zaino diventerà anche il tuo compagno ideale per i viaggi brevi che farai intorno alla tua nuova città. Aver portato troppe cose in valigia diventerà davvero un problema al momento del rientro: dove metterai tutti quegli oggetti, ricordi e tesori collezionati in un semestre? Comprerai un altra valigia? Non ce ne sarà bisogno, se riuscirai ad organizzarti bene alla partenza.

Un suggerimento: prepara le valigie una prima volta, poi guarda tutto ciò che hai preso e togline la metà. In questo modo rimuoverai tutti gli oggetti e vestiti che hai preso impulsivamente. Sarà tutto ancora lì ad aspettarti quando tornerai.

2. Non infilare passaporto, biglietti, carte di credito e documenti fondamentali in valigia!

Le cose fondamentali al tuo arrivo, come una piccola scorta di soldi, i tuoi documenti o naturalmente il tuo smartphone, non devono mai lasciare la tua persona: mettili in un posto sicuro nel bagaglio a mano e portalo sempre con te, oppure riponili in portadocumenti appositi per viaggiatori.

La cosa peggiore che potrebbe capitarti al tuo arrivo è sapere che la tua valigia è stata smarrita, con dentro il tuo passaporto! Quindi porta tutte le cose fondamentali con te e tienile sempre sotto stretta sorveglianza.

 

3. Non mettere in valigia ciò che puoi comprare al tuo arrivo

Non occupare spazio in valigia con shampoo, bagnoschiuma, dentifricio e deodorante… Ti sembrerà incredibile, ma puoi ritrovarle in qualsiasi supermercato all’estero!

Non stai facendo un viaggio di qualche giorno in cui il tempo è denaro, in questo caso è lo spazio nella tua valigia ad essere denaro: devi selezionare ciò che potrai avere con te nell’arco di sei mesi o addirittura un anno. I prodotti per la cura della persona li potrai comprare tranquillamente una volta arrivato nella città ospitante. Non potresti dire la stessa cosa della giacca invernale che hai pagato a caro prezzo!

 

4. Non prendere dei pezzi troppo originali o selezionare gli abiti per completi

Nell’organizzare i tuoi vestiti prima di metterli in valigia, potrebbe sembrarti un’idea geniale dividerli in completi, per avere un’idea più chiara di cosa stai portando, ma mettere in valigia soltanto dei completi potrebbe essere un grande errore.

Hai uno spazio limitato ed è meglio valutare i vestiti indipendentemente! Selezionali piuttosto in base a quanto si possano adattare alla maggior parte degli altri tuoi abiti: porta una serie di vestiti che possano tutti abbinarsi tra loro e non coppie di abiti. Cerca quindi di rinunciare all’idea di portare capi super specifici e particolari o, almeno, limitane il numero.

 

Le cose da fare

1. Stila una lista delle cose da mettere nella tua valigia

Chi non ha mai stilato una lista per preparare il bagaglio per un viaggio? Quando dovrai selezionare le tue cose per un lungo soggiorno all’estero, questo strumento ti sarà ancora più utile!

Le liste ti consentono di avere tutto sotto controllo. Facendo chiarezza nella tua mente e organizzando la tua scelta, potrai evitare scelte istintive, dimenticanze o errori madornali.

 

2. Conserva dello spazio per regali e souvenir

Sicuramente non passerai mesi della tua vita senza fare acquisti e probabilmente questi oggetti saranno preziosissimi per te: il souvenir che hai preso durante una gita, il libro che hai comprato in quel negozietto, il ricordo di una giornata con i tuoi amici Erasmus. Sicuramente non vorrai rinunciare a questi oggetti quando dovrai tornare a casa e già inizierai a sentire la proverbiale nostalgia.

Inoltre, sarà sicuramente gradito da chi ti aspetta a casa un piccolo regalo dal tuo soggiorno. Per non incorrere al tuo ritorno in un’ansia ancora più estrema di quella della partenza, assicurati già alla partenza che la tua valigia possa sopportare qualche elemento in più!

 

3. Fatti coraggio e rinuncia alle tue “coperte di Linus”!

Fotografie della tua famiglia, dei tuoi amici, dei tuo animali? Il tuo cuscino preferito? La tua teiera personale? Non cercare di infilare in valigia oggetti inutili, ma che ti fanno sentire al sicuro e che ti ricordano costantemente casa.

Non solo risparmierai spazio materiale, ma anche quello emozionale. Non devi certo fare tabula rasa della tua vita a casa, ma è importante partire con entusiasmo e libertà mentale. Dovrai uscire dalla tua comfort zone e crearti nuovi ricordi durante la tua esperienza all’estero!

 

4. Sii ottimista

Se, anche dopo tutte queste accortezze, ti sembra di lasciare a casa troppe cose che vorresti con te e che ti paiono fondamentali, non temere: sei proprio sicuro che non tornerai per le vacanze, qualche amico verrà a trovarti o potrai ricomprare qualcosa durante il tuo soggiorno all’estero?

Ricordati che niente è davvero fondamentale… tranne il tuo passaporto ed i tuoi soldi, naturalmente. Rilassati e prova ad iniziare a goderti l’attesa di un’esperienza indimenticabile!

 

Fonte: Studyabroadspotlight

 

 

 


  • comments powered by Disqus