Le ultime

Leonardo – VET

50 Borse di stage per progetto di mobilità Marco Polo – Erasmus+ della Regione Calabria

Redazione




Sono aperte le selezioni per 50 partecipanti al progetto di mobilità Marco Polo: possibilità di partire per un massimo di 3 mesi in Irlanda, Lituania, Polonia o Spagna.

 

Durata: dalle 3 alle 13 settimane

A chi è rivolto: giovani residenti nella regione Calabria

 

Descrizione del progetto

Sono iniziate le fasi di selezioni per 50 partecipanti al progetto di mobilità transazionale Marco Polo 2016. I beneficiari dell’offerta saranno selezionati in due categorie

  • Giovani che abbiano conseguito una qualifica professionale e/o un diploma nei 12 mesi precedenti la partenza (45 posti)
  • Apprendisti in un corso o che abbiano terminato il ciclo nei 12 mesi precedenti la partenza (5 posti)

 

Attività previste

Prima e dopo la partenza candidati dovranno svolgere le seguenti attività

  • Una fase di preparazione pre-partenza consistente in corsi di lingua e seminari specialistici nei settori di riferimento, presso la sede di Euroform RFS (Piazza della Libertà 36/40, Rende)
  • Durante il periodo di mobilità, attività di formazione alternate ad esperienze di lavoro (stage) in linea con il proprio background scolastico e/o professionale

 

Requisiti

  • Essere residente nella regione Calabria
  • Non aver presentato domanda di partecipazione nell’ambito del Programma Erasmus+, e/o altri enti promotori nello stesso periodo di riferimento
  • Saranno elementi preferenziali la conoscenza della lingua del paese di destinazione e/o una lingua veicolare e un progetto professionale ben definito e descritto nella domanda di partecipazione

 

Maggiori informazioni

Per ulteriori informazioni è possibile consultare il sito dell’offerta o scaricare il bando.

 

Guida alla candidatura

Le domande di partecipazione dovranno essere compilate sul modulo di candidatura e dovranno pervenire esclusivamente presso lo SMI a mezzo posta o a mano.

 

Scadenza

28 Aprile 2017

 

 

 

 

 


  • comments powered by Disqus