Le ultime

Magazine

5 cose da sapere prima di andare ad Edimburgo

Redazione




Edimburgo è una città famosa per il suo aspetto spettrale dato dalle sue architetture medievali, per la birra e per Trainspotting.

Ma esistono una serie di gemme nascoste nella città scozzese che dovreste assolutamente conoscere prima di visitarla.

In questo modo potrete godere a pieno della vostra permanenza in città. Ecco le 5 cose da sapere prima di andare ad Edimburgo.

 

 

1. È una città per pedoni

 

edinburgo pedoni

 

Nonostante le sue strade ripide, Edimburgo appartiene a pedoni e ciclisti. Il traffico automobilistico è terribile, esiste un nucleo impenetrabile formato dal Castello, i giardini di Princes Street e la stazione ferroviaria di Waverley.

 

Gli autobus sono economici e da poco è presente una rete di tram su un solo percorso, dall’aeroporto al centro della città. E con grande sgomento dei residenti, il tram va un minuto più lento rispetto agli autobus.

 

Cosa ancora più importante è che solo a piedi si può scoprire il battito della città: i resti dei cunicoli e le scalinate che danno al centro storico il suo carattere spettrale.

Come le Edinburgh Vaults, una serie di cavità nelle arcate del South Bridge, costruito nel 1788 per collegare il centro storico all’università in cima alla collina. Il ponte oggi passa sopra rocce e strade, non acqua.

 

Questi spazi, una volta erano occupati da taverne ed altre attività, ma poi, diventando troppo umidi, hanno offerto dimora i più poveri della città.

 

2. È il racconto di due città

 

edinburgo città

 

Il centro storico è composto dalla rete di strade medievali che si snoda verso il basso dal castello. La Città Nuova comincia a nord del Castello e dei giardini che un tempo erano il fossato intorno alla Città Vecchia.

Entrambi sono patrimoni UNESCO. Il centro storico ha assunto il suo aspetto distintivo dal periodo in cui i residenti sono stati costretti a vivere stipati insieme oltre il fossato di protezione.

 

Dopo una disastrosa sconfitta per mano degli inglesi nella battaglia di Flodden, i residenti di Edimburgo costruirono le mura intorno alla città per tenerli fuori. Con l’aumento della popolazione, non essendoci altro spazio edificabile, furono costruiti nuovi edifici verso valle.

 

I lavori di questa nuova città furono avviati nel 1765 usando una moderna griglia considerata un capolavoro di urbanistica a suo tempo, alla quale si adattarono le idee dell’Illuminismo.

I professionisti e le imprese poi abbandonarono il centro storico medievale e si trasferirono nei nuovi ed ampi viali nella città nuova. Il carattere sociale della città cambiò per sempre. Anche ora, la città nuova è la parte più snob della città.

 

 

3.Ha più bar e ristoranti pro capite di qualsiasi altra città del Regno Unito

 

edinburgo pub ristoranti

 

Edimburgo è la patria di cinque dei 16 ristoranti stellati Michelin della Scozia, ma a prezzi ragionevoli, ci sono ristoranti caratteristici ovunque. Dal momento che non si è lontani dalla costa, i frutti di mare sono assai diffusi ed apprezzati nella cucina della capitale della Scozia.

Sì, c’è anche il pesce, le patatine ed il salmone affumicato, ma non dimenticate lo skink cullen, una zuppa densa a base di eglefino affumicato.

 

The Ship on the Shore e The Mussel Inn a Rose Street sono due bei posti da provare. Se siete invece più orientati alle specialità di terra, dovete provare il famoso piatto Three Little Pigs al Witchery accanto al Castello.

 

C’è anche una storia per il cibo non-scozzese. Il Kushi è stato il primo ristorante indiano a Edimburgo, inaugurato nel 1947.

A causa dell’indisponibilità di spezie come peperoncino, cumino e coriandolo, il fondatore del ristorante, Kushi Mohammed, diventò un contrabbandiere di spezie utilizzando gli studenti come corrieri.

 

 

4. I luoghi al chiuso

 

edinburgo luoghi chiuso

 

Il grande conforto di Edimburgo in inverno è la sua vasta gamma di pub. The Brass Monkey su Drummond Street, un pub davanti alla Edinburgh Law School, proietta film alle 15:00 di tutti i giorni.

 

The Last Drop Inn in Grassmarket è dove i criminali hanno bevuto l’ultima pinta di birra prima di essere pubblicamente appesi alle forche esterne, The Canny Man è incredibile, al Royal Oak bisogna andarci per la musica folk scozzese, sia per ascoltarla che per suonarla. Il Pivo è un bar che serve birra ceca, il Lebowskis è un grande pub dedicato ovviamente al film Il Grande Lebowski.

 

Le istituzioni cittadine per bere durante il giorno sono il Diane’s Pool Hall  Pool Hall e The Penny Black, dove si ritrovano gli operai del turno di notte.

 

5. I panorami dall’alto

 

Edinburgo panorami

 

Poiché la città è costruita sulle colline, ci sono tantissimi punti per gli amanti dei panorami.

La maggior parte delle persone va al Castello per guardare la città dall’alto, ma se si preferite evitare la folla, provate ad andare sulla parte superiore del Camera Obscura, un museo della scienza e luogo preferito per chi ama le illusioni ottiche.

 

Il vulcano dormiente che domina la città può essere scalato da qualsiasi direzione, ma la salita più semplice è da est, dirigendosi su per il pendio che si erge sopra Dunsapie Loch.

 

Le pendici della collina che si affacciano su Palazzo di Holyrood sono il luogo dove le giovani ragazze ad Edimburgo prendono il sole. Un’altra opzione è il piano superiore dell’ Appleton Tower, un edificio universitario veramente orribile costruito come soluzione temporanea nel 1970.

 

È brutto da guardare, ma ha la vista migliore dal Southside. Ci sono anche splendide viste da luoghi interni: probabilmente la migliore vista del Castello è dal retrobottega dell’ Elephant House (dove JK Rowling ha scritto alcune prime bozze di Harry Potter). La terrazza esterna del Maxie Wine Bar, invece, ha una splendida vista su Victoria Street.

 

 

Vi è venuta voglia di partire alla scoperta della capitale scozzese? Qui trovate i voli più economici

 

 

Fonte: RoadsAndKingdoms

 


  • comments powered by Disqus